Bonet

Il bonet è un budino tipico del Piemonte, fatto col cacao e gli amaretti, che gli conferiscono un sapore molto speciale.

Il bonet, o bunèt come direbbe mia madre, piemontese d.o.c., non è difficile da fare, si può preparare in anticipo in vista di una cena e piace sempre a tutti: provare per credere!

Io ho preparato il bonet usando la ricetta dell’amica Fiordifrolla, con qualche minima variazione, e ne sono proprio soddisfatta.

Ingredienti per 10 stampini di alluminio monoporzione:

  • 500 g di latte intero
  • 100 g di zucchero semolato
  • 60 g di amaretti sbriciolati
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 4 uova
  • cui si aggiungono, per il caramello,

  • 150 g di zucchero semolato
  • un cucchiaio di acqua

Per prima cosa preparate il caramello: in una casseruola fate sciogliere lo zucchero con l’acqua finchè non assume un colore dorato e versate il caramello negli stampini coprendo bene il fondo e i lati, rovesciando poi l’eccesso di nuovo nella pentola.

Per il bonet procedete come segue.
Stemperate il cacao in poco latte e poi aggiungete gradualmente tutto il latte per ottenere un liquido senza grumi; trasferite il latte in un pentolino e portate ad ebollizione.
In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero utilizzando le fruste elettriche poi, quando il latte è pronto, versatelo a filo nella ciotola con le uova. Aggiungete gli amaretti sbriciolati e lavorate il tutto con la frusta fino ad ottenere un composto omogeneo.
Versate il composto così ottenuto all’interno degli stampini, arrivando ad 1 cm da bordo, e disponete gli stampini in una teglia da forno.
Riempite la teglia di acqua già bollente, avendo cura di non “sporcare” gli stampini con l’acqua: questo ci permetterà di cuocere i budini a bagno maria.
Infornate la teglia con gli stampini nel forno già caldo a 150° per circa 30-35 minuti.
Fate raffreddare i bonet nella teglia del bagnomaria fino a quando l’acqua sarà diventata tiepida, poi quando saranno a temperatura ambiente spostate gli stampini in frigorifero per un paio d’ore.
Al momento di servire passate la lama di un coltello lungo i bordi degli stampini e capovolgete i bonet sui piatti di portata.

Post più commentati

20 Commenti per Bonet

  • Silvia

    Mmmm quanti meravigliosi ricordi torinesi rievoca questa ricetta! Come vorrei, adesso che si palesano i primi freddi, andare a caccia di bicerin in piazza della Consolata. Ah, bei tempi andati, mi consolerò con la tua ricetta :-)

  • comidademama

    Il bunet è uno dei miei dolci preferiti in assoluto. Io sono originaria della provincia di Cuneo e le varianti di famiglia alle proporzioni di latte, zucchero, uova, amaretti, rum e cacao di questo dolce sono tantissime.
    @Silvia piazza della Consolata e il Bicerin sono anche per me dei ricordi cari di quando vivevo ancora in piemonte.

  • Carlotta

    Ha un aspetto delizioso!!! Bravissima… detto da una piemontese doc che di bunet se ne intende!!!
    un bacio
    Carlotta

  • lucia

    Pur avendo anche io origini piemontesi, non l’ho mai preparato. In compenso ne ho sempre mangiato grandi quantità a casa della mia nonna, artista e cuoca meravigliosa. Ci proverò! Bacioni!

  • Saretta

    Ho il fidanzato piemontese non gli ho ami fatto il bunet…sarò degenere?!grazie x l’idea
    !kiss

  • simo

    E’ uno dei dolci che adoro, ma non mi sono mai cimentata nel prepararlo…fantastico!!!!

  • Daniela

    E’ uno di quei dolci inseriti nella lista ricetta da realizzare. lo adoro ma fino ad ora non l’ho mai realizzato. Grazie per la ricetta. Buona settimana Daniela.

  • Cris

    il bonet mi manca, ma anche se non l’ho mai assaggiato, posso garantire che mi piacerà moltissimo:)
    buona giornata

  • micaela

    non l’ho mai mangiato ma sembra delizioso!

  • Nuts about food

    L’ho mangiato recentemente dalle parti di Cuneo…proprio buono. Brava!

  • Vero

    Io non l’ho mai mangiato, ne immagino il sapore…
    è così interessante cucinare qualcosa di completamente nuovo e scoprirne il sapore solo quando lo assaggi…

    Stai lì assaggi e tra te e te (o magari anche ad alta voce) esclami “caspita che buono!!”
    Proverò!

    bacini
    Vero

  • Michela

    Il Bunet:la Merenda, con la M maiuscola, della mia “seconda mamma”, monferrina di Casale D.O.C…. tanti, tanti anni fa. Lei ci metteva anche un cucchiaio di liquore… anche quando lo preparava per i miei bimbi.
    BUONO!!!

  • maia

    ma che buono che e’????

    io ci metto anche le nocciole, ma mi sa che sia la versione addomesticata da una mia amica.

  • Wennycara

    Ma che carino… non ho mai avuto l’occasione di assaggiarlo, ma con questa ricetta posso prepararmelo. Spero di essere all’altezza, il tuo è un super risultato :)

    wenny

  • Ely

    ecco avevo gli amaretti e tutto il resto ma una bocca famelica si è avventata sulla confezione e sono finiti…. quindi mi gusto il tuo che è perfetto! ciaooo Ely

  • Serena

    Ho un debole per l’aroma degli amaretti, quindi come potrei non amare questo dolce?? Guai a chiamarlo “crème caramel tutto piemontese”…

  • lagaiaceliaca

    bonet? mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmh! che bontà!
    buonissimo!

  • Enrico

    L’ho visto anche sul sito di Elisa e confermo quello che ho detto: è ottimo!
    ciao

    Enrico

  • Sara

    uno dei miei dolci preferiti! Come posso regolarmi con i tempi di cottura se volessi farlo in uno stampo grande?

  • LaraTZ

    Ciao Jasmine,
    ho provato questa delizia e ho un dubbio sul tempo di cottura: come deve rimanere l’interno: molle molle o sul “budinoso”?
    Grazie Lara

Lascia un commento!

«

»