Labna

Amore in cucina

Cetriolini sott’aceto

Sembra incredibile ma è già passato un altro mese dall’ultima puntata di Italian Table Talk, il progetto sulla cucina italiana che condivido con le amiche Giulia, Valeria ed Emiko; il tema che ci siamo date questo mese sono le conserve: Agosto è senz’altro il momento migliore per raccogliere i prodotti della nostra terra e far scorte in vista dei rigori invernali.

Io oggi ho scelto di raccontarvi – in italiano e in inglese (English speaker? See the English version!), come da regola dell’Italian Table Talk – la ricetta che più mi sta tenendo occupata in questi giorni, quella dei cetriolini sott’aceto!
In Aprile, infatti, il mio papà ha seminato i cetrioli nel cortile del suo negozio e ora quasi ogni giorno mi arrivano a casa i frutti di questa generosa piantina.

Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, preparare i cetriolini sott’aceto in casa richiede praticamente meno tempo che andare al supermercato a comprarli. I cetriolini sono anche facilissimi da coltivare: gli basta un angolo assolato e tanta acqua, poi crescono praticamente da soli e danno – come vi dicevo – tantissimi frutti.

Per preparare i cetriolini sott’aceto vi occorreranno

  • cetriolini
  • sale
  • qualche grano di pepe
  • aglio
  • qualche foglia di alloro
  • acqua e aceto, in quantità uguali

Per prima cosa lavate bene i cetrioli e sfregateli accuratamente, specialmente se come me li coltivate in una città inquinata – poi asciugateli e metteteli da parte.
In una pentola capiente fate bollire l’acqua e l’aceto; nel frattempo, riempite i vasetti con i cetriolini, aggiungendo anche qualche grano di pepe, un pizzico di sale, uno spicchio d’aglio e qualche foglia di alloro.
Versate il liquido bollente fino a riempire i vasi e a coprire tutti i cetriolini, poi chiudete bene con gli appositi coperchi.
Per essere sicuri che il prodotto si conservi a lungo, bollite i vasi per qualche minuto in una pentola piena d’acqua, poi riponeteli in un posto fresco, asciutto e preferibilmente buio.

Non siete ancora sazi? Passate a scoprire i post di Giulia, Valeria ed Emiko, e non dimenticate di seguirci su Twitter con l’hashtag #ITableTalk!


*

Here we are with a new episode of Italian Table Talk, the lovely project about Italian food and traditions which I proudly share with my friends Giulia, Valeria and Emiko.
The chosen theme for this month is preserves: in our country, in fact, August is the best month to pick all the tasty, colorful summer produce and save it for the winter months ahead.

Perhaps despite appearances, making homemade preserves takes shorter than a trip to the supermarket to buy them; mini gherkins in vinegar, for examples, can easily be made from scratch at home when cucumbers are in season.
Cucumbers can be grown without much hassle basically everywhere, assuming you have a sunny, sheltered spot in which to plant them. You can grow them in pots, growbags or in a garden bed and they don’t need to be looked after, a part from watering, to give the most beautiful fruits.
My father planted his seeds back in April and we are now flooded with cucumbers!
Once you get your hands on proper tiny cucumbers – mini fruits that, by the way, will rip your heart out because they are super cute! – you can start canning straight away.

To prepare mini gherkins in vinegar you’ll need

  • very tiny cucumbers
  • salt
  • some grains of pepper
  • garlic
  • laurel leaves
  • one part of water + one part of vinegar

First of all wash and rinse all the mini gherkins, then pat them dry and set aside.
In a big saucepan, bring water and vinegar to a boil; in the meantime, fill a clean jar with the gherkins, throwing in some pepper grains, a pinch of salt, a garlic clove and a couple of laurel leaves as well.
Pour the boiling liquid in the jar, filling it as near to the top as possible, then seal tightly with the lid.
To make extra sure that everything in the jar will keep properly for a long time, boil the closed jars for a few minutes in a pot full of water, then store in a cool, dry and preferably dark place.

Check out more interesting stories about preserves visiting my fellow Italian Table Talk bloggers, Giulia, Valeria and Emiko, and join the conversation with the hashtag #ITableTalk on Twitter.

Post più commentati

7 Commenti per Cetriolini sott’aceto

  • Rossella

    Che idea! Io sono in partenza, ma ho girato il tutto via email alla mamma. Lei ha un’orto intero e sono settimane di marmellate. E’ ora che si dedichi anche ai cetrioli!
    L’Italian Table Talk è veramente sempre sorprendente.

  • Juls @ Juls' Kitchen

    ma guarda! sono fatti esattamente come i fagiolini, si vede che le tradizioni si diffondono senza sapere come da nord a sud! questi mi piacerebbero molto, sì! buone vacanze amica!

  • Regula @ Miss Foodwise

    I’ve always wanted to make my own gerkins as I really love a pickle once and a while. Never got around to it but I will have to try your recipe for them! Looks great!

  • Ilgamberorusso

    Italian table talk è vero, proprio un bel appuntamento!mi piace leggervi tutte e scoprire le novità :)

  • Valeria

    yummi, these little guys would be just perfect for a summer bbq, some beer, a nice sunset…:)

  • sonia

    Fatti oggi, sei vasetti!
    Che soddisfazione!
    Grazie dell’idea, come sempre brillante e risolutrice (del tipo “Cosa me ne faccio di tutti questi cetrioli?”)!!

  • Rosa Anna

    Ciao sono una ghiotta manipolatrice di ricette da oltre trent’anni ne ho perfezionate a centinaia
    Causa malattia mi è quasi impossibile cucinare divulgherei volentieri le mie esperienze e i miei piccoli segreti
    Molti anche di tipo a ridotto contenuto di grassi e calorie ma di elevata golosità
    Tutte derivanti dalla produzione fai da te di di vegetali cresciuti in orto assolutamente biologico

Lascia un commento!

«

»