Crème caramel o latte alla portoghese

Il creme caramel è un dolce davvero classico, diffusissimo in tutta Italia: non c’è ristorante, trattoria o pizzeria che non lo offra nella propria carta dei dessert (una nota azienda del settore lo produce e lo vende pronto ai ristoratori, che sui dolci non sono sempre molto ferrati), perchè è generalmente molto apprezzato. Insieme alla panna cotta, è il tipico dolce al cucchiaio che non scontenta mai nessuno. (English speaker? See the English version!)

Creme caramel

Io, invece, l’ho sempre detestato: da bambina, cresciuta con l’idea angloamericana che alla parola caramel dovesse corrispondere il caramello tipo mou, trovavo deludente – anzi, proprio fastidioso – vedermi proporre un budino bagnato di quello sciroppo leggermente amaro che in Italia si chiama caramello.
Adesso, tuttavia, mi sono ravveduta: chiarito l’equivoco culturale, ma anche fatto il palato a sapori la cui complessità non avrei apprezzato da piccola, sono diventata una fan del creme caramel, al punto tale da prepararlo in casa con la ricetta di cui vi parlo oggi.

Come forse avrete indovinato dalla scelta della mia ricetta, i dolci al cucchiaio sono il tema del nostro Italian Table Talk di oggi: Giulia ha preparato un cremoso budino al cioccolato, Valeria una irresistibile crema veneziana con le mandorle ed Emiko un coloratissimo budino di semolino con le nespole.
Pensavate di preferire le classiche torte ai dolci al cucchiaio? Vi faremo cambiare idea!

Il creme caramel (o la creme caramel, ma a me suona meglio al maschile!) è un tipo di budino di origine probabilmente portoghese, come conferma il nome che il dolce prende in alcune aree di Italia, dove è conosciuto come latte alla portoghese; tuttavia, esso è ormai diffuso in tutto il mondo, anche perché ha il vantaggio di essere semplice da preparare e da conservare.
Il creme caramel è interessante anche dal punto di vista ebraico: é fatto con ingredienti semplici che si hanno spesso in casa (uova, zucchero, latticini) ma, diversamente da altri dolci al cucchiaio, pur avendo una consistenza “budinosa” non contiene gelatina, ingrediente di cui come sapete sono una nemica giurata.
Insomma, come si dice in inglese, what’s not to love?

Crème caramel
Tipo di portata: Dessert
Cucina: Italiana
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 6 stampini
 
Ingredienti
  • 150 ml di panna
  • 450 ml di latte
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 4 uova + 1 tuorlo
  • 150 g di zucchero
  • 10 cucchiai di zucchero per il caramello
  • 2 cucchiai di acqua per il caramello
Procedimento
  1. Mescolate le uova con con lo zucchero con l'aiuto di una frusta a mano, senza incorporare troppa aria, poi unite alle uova il latte, la panna e l'estratto di vaniglia.
  2. Sciogliete acqua e zucchero a fuoco basso fino ad ottenere un bel caramello biondo, poi riempite con il caramello tiepido così preparato la base degli stampini da budino.
  3. Versate il composto di latte e uova negli stampini, poi trasferite il tutto in una teglia da forno con qualche centimetro di acqua: i budini cuoceranno a bagno maria nel forno già caldo a 160° per circa un'ora. in forno caldo a 160°C per ¾ d'ora abbondanti.
  4. Fate raffreddare gli stampini del crème caramel a temperatura ambiente, poi in frigo per un paio d'ore prima di rovesciare lo stampo e servire.

Creme caramel

Creme caramel is a traditional type of pudding that is served as a classic dessert in every corner of Italy: every restaurant, trattoria or pizzeria has it on its dessert menu, because everyone seems to love it. Together with panna cotta, it’s a favourite Italian pudding, a real crowd pleaser.
I, on the contrary, used to hate it: as a kid I grew up with the anglo-american idea that caramel equals toffee, so I used to find incredibly annoying and frustrating to be served a pudding that had no resemblance to what I expected, covered in that bittersweet sauce that in Italy goes by the name of caramel.
Now that I’m a young adult, I’ve come to terms with creme caramel: once the misunderstanding has been cleared (and I have become less of a fussy eater) I like creme caramel very much, and I often bake it myself at home, with the recipe that I’m sharing with you today.

As you probably have already guessed, dolci al cucchiaio, literally “desserts by the spoon”, is the chosen topic for this month’s Italian Table Talk: Giulia has whipped up a creamy chocolate pudding, Valeria an irresistible crema with almonds and Emiko a colorful semolina and loquat pudding.
If you thought you liked cakes best than anything, we’re here to make you change your mind!

So, back to creme caramel, our topic for today. It’s a simple, homely pudding that probably came from Portugal: as a matter of fact, in certain areas of Italy it is also called latte alla portoghese, portuguese milk; however, the recipe is widely spread all over the world, because creme caramel is easy to prepare and can be simply kept in the fridge until served.
Creme caramel is also an interesting dessert under other aspects: since I’m Jewish, for instance, I very much appreciate the fact that it is creamy and jelly-like without actually containing any gelatine, which would not be kosher, like most other similar sweets.
So, really, what’s not to love?!

Crème caramel
Tipo di portata: Dessert
Cucina: Italiana
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 6 moulds
 
Ingredienti
  • 150 ml cream
  • 450 ml milk
  • 1 tbsp vanilla extract
  • 4 eggs + 1 yolk
  • 150 g sugar + 10 tbsp for the caramel sauce
  • 2 tbsp of water for the caramel sauce
Procedimento
  1. Whisk the eggs with the sugar lightly until well blended, but without incorporating too much air.
  2. Pour milk, cream, vanilla and eggs together to obtain a very liquid custard.
  3. Mix water and sugar and let melt on a low heat until you obtain a golden caramel, which you'll pour on the bottom of your pudding moulds.
  4. Meantime, preheat the oven at 160°C.
  5. Pour the milk and egg custard over the caramel, then gently lay the mould inside a large baking pan filled with a few inches of water. Bake the puddings for approx. 45 mins at bain-marie until set.
  6. Remove the pan from the oven, let the moulds cool down then set aside in the fridge for a few hours.
  7. Before serving, unmould the crème caramel puddings gently onto a serving platter.

Creme caramel

Post più commentati

6 Commenti per Crème caramel o latte alla portoghese

  • Luciana

    L’unico elemento chalavi’ dei giorni di shavuot a casa dei miei è proprio questo dolce ma non viene molto onorato perché è un dolce che si fa troppo spesso in settimana (mai per shabbat). E lo chiamiamo proprio budino (pudim de leite), la sola differenza sono le proporzioni perché lo facciamo nella forma rigata da ciambellone che è più casalingo ma bello da vedere! :)
    ps. se ti piacciono i dolci da cucchiaio e sempliciotti, cerca su internet “chico balanceado” e “pudim assado”. Sono da provare!

  • Angela

    Mmmhhh buono…io adoro il creme caramel, ma anche il latte alla portoghese perchè sono 2 dolci diversi!! Il latte alla portoghese si prepara con una ricetta simile ma al posto dell’estratto di vaniglia si aggiunge una tazzina di caffè!!!

  • Jasmine

    @Angela hai ragione, caffè e scorza di limone! Appena torno a casa al mio pc lo aggiungo :)

  • Valeria

    Come te, da piccola non sono mai stata particolarmente attratta dal crème caramel, probabilmente per un discorso di consistenze. Ora invece ci ho fatto pace, anche se devo dire che non lo mangio da secoli – un buon motivo per accuffare la tua ricetta e farmelo da me :) x

  • Karin@yumandmore

    Classic goodness all across Southern Europe. So reminiscent of long hot evenings and eating cooling desserts outside, whether in the garden, balcony or restaurant. Happy Italian Table Talk anniversary.

  • Kappa

    wow che meraviglia! io invece lo sempre amato!! gnammy! mi piace!

Lascia un commento!

«

»