Il couscous veloce di semolino di mia zia

Da mesi volevo parlare su Labna del cous cous, uno dei miei cibi preferiti, e finalmente eccolo qui.
Io adoro il cous cous: per noi, a casa mia, il cous cous è un ingrediente fondamentale di tante cene, specialmente per shabbat o nei giorni di festa, quando accompagna la lubia – uno stufato di cui vi parlerò nei prossimi giorni – ma anche le car u’bsel, la bamia e tanti altri piatti tradizionali.

La ricetta di mia zia Lois è molto speciale e diversa da qualsiasi altro cous cous abbiate mai visto.
Tradizionalmente, in tutti i paesi arabi, il cous cous si fa con la semola, che viene cotta al vapore per due o tre ore nell’apposita pentola couscoussiera fino a completa cottura.
Mia zia, invece, prepara il cous cous con il semolino, cuocendolo con un metodo non tanto diverso da quello con cui si prepara il riso pilaf, ottenendo un cous cous leggerissimo, a grana molto fine (diversamente da quello arabo che è a grana grossa), incredibilmente soffice.

Per quattro persone circa vi occorrono

  • 1 bicchiere di semolino
  • 3 cucchiaio di olio di semi + 1 cucchiaio da usare a parte
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 bicchiere d’acqua

Mettete la semola in una ciotola larga e bassa e impastatela con i 3 cucchiai di olio di semi, finchè l’olio non viene ben assorbito.
Scaldate in una pentola antiaderente l’acqua, il cucchiaio di olio tenuto da parte e il sale.
Quando l’acqua bolle buttate il semolino e mescolate una volta, poi abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere il semolino per 15 minuti esatti.
Togliete il cous cous così ottenuto dal fuoco e trasferitelo in un setaccio da cous cous – jellab, in arabo – posto sopra a una ciotola e setacciatelo bene, fino ad ottenere un cous cous leggerissimo, molto soffice e ben sgranato.
Se non avete un setaccio potete provare anche con uno scolapasta a “maglia” larga, ma il setaccio semplifica molto le cose!

Post più commentati

14 Commenti per Il couscous veloce di semolino di mia zia

  • salamander

    davvero insolito!

  • mariaf

    Non vedo l’ora di provarlo! Se metto l’olio di oliva al posto dell’olio di semi va bene lo stesso?

  • franci e vale

    bello questo nuovo couscous!! lo provo senz’altro!!

  • Nero di Seppia

    Che nonna creativa e piena di inventiva! :)

  • Anna

    La cottura va fatta scoperta o coperta?

  • Symposion

    il setaccio da cous cous mi mancava…
    da trovare! complimenti per la ricetta, semplice ma buona
    buon we

  • maia

    davvero interessante, grazie per la ricetta!

    ciao

  • lagaiaceliaca

    che bellezza! potrei sempre provare con la semola di riso o di mais…

  • Jasmine

    @anna scoperta :)

  • riso mandorlino

    Curiosa questa versione, mai usato il semolino e mi sa che questa ricetta sarebbe un buon punto di partenza per iniziare a farlo…la foto rende benissimo l’idea di sofficità!!! olio di oliva anche per me, quello dal gusto delicato magari..cioè non troppo fresco!! =)) Un saluto Lys

  • Jasmine

    Ciao Anna, cottura scoperta :)

  • anna

    ciao, vorrei sapere per cortesia se per setaccio da cous cous si intende quel setaccio di rete metallica fine ( a volte a forma rotonda, a volta allungata) “fasciato” di legno, attrezzo antico che si usa per setacciare la farina, o il tuorlo sodo, o il tonno per il vitello tonnato. grazie, Anna

  • milca

    anche in casa di mia madre (Nahum) è sempre stato preferito il semolino alla semola per il cus cus! E’ non solo più fino ma anche più leggero e piacevole al palato, accompagnato dai condimenti che tu hai citato. Provatelo……e vedrete ;)

Lascia un commento!

«

»