Dukkah e avocado toast

Da quando ho iniziato la palestra e ho iniziato a far più caso a quello che mangio, uno dei miei nuovi cibi preferiti è il toast con l’avocado. Non è un cibo dietetico in senso proprio – le calorie che apporta sono tante – ma è perfetto per una colazione o uno spuntino nutrienti, di quelli che danno una botta di energia sufficienti ad affrontare una sessione intensa di sport (o anche una nottata a guardare Netflix sul divano… mi dicono!).

Dukka e avocado on toast

Il toast con l’avocado mi offre anche lo spunto per raccontarvi una non-ricetta super semplice per preparare la dukkah, un mix di erbe, spezie e frutta secca tritati tipico della cucina egiziana, che non poteva proprio mancare su Labna.

Dukka e avocado on toast

Ma cominciamo dall’avocado sul toast. Se vi interessate di cucina sana e siete su Instagram, è facile che il vostro newsfeed sia pieno di fette di pane di vario tipo, con l’avocado a fettine o schiacciato ben spalmato sopra. Io ho resistito per un po’ alla tentazione di provarlo, ma insomma, tutta quella gente in America che ne va matta… non potevano mica essersi tutti sbagliati.
Così sono diventata anche io avocado-dipendente! Il che non è necessariamente un problema, perchè l’avocado per molti aspetti fa bene alla nostra salute, purchè non si esageri. L’avocado è un frutto super energetico, poiché molto ricco di grassi, ma rispetto alla carne e ai latticini ha una quantità molto modesta di grassi saturi, quelli il cui consumo dovremmo moderare; inoltre, ci permette di fare il pieno di acido oleico omega9, fibre, potassio (il doppio che in una banana!), magnesio e acido folico.

Dukka e avocado on toast

Se queste informazioni vi hanno convinto, potete cominciare i preparativi tostando nel forno o in padella appena appena unta una semplice bruschetta di pane integrale/nero – ancora meglio se di quelli coi semini dentro – e tagliando a fettine (o schiacciando con una forchetta, se preferite) mezzo avocado.
A parte, preparate la dukkah.

Dukkah
Tipo di portata: Basi
Cucina: Mediorientale
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 1 vasetto
 
Ingredienti
  • 40 g di pinoli (*)
  • 40 g di pistacchi già sgusciati (*)
  • 40 g di semi di sesamo
  • 2 cucchiai di semi di coriandolo
  • 2 cucchiai di semi di cumino
  • ½ cucchiaino di timo secco (*)
  • 1 punta di cucchiaino di pepe
Procedimento
  1. Pesate gli ingredienti separatamente e fateli tostare in padella a fiamma medio/alta; considerato che i tempi per tostare ciascun ingrediente sono diversi, ma anche che certamente non vogliamo sporcare molteplici padelle, tostate prima pinoli e pistacchi, poi unite in padella i semi di sesamo, poi il coriandolo e il cumino, in ultimo il timo.
  2. Lasciate che tutto il contenuto della padella torni a temperatura ambiente, poi tritatelo al pestello o nel mixer. Potete decidere se preferite una polvere fine o una granella, per la ricetta dell'avocado on toast la granella funziona meglio secondo me.
  3. Trasferite la granella tritata in un vasetto di quelli della marmellata, poi aggiungete sale e pepe e shakerate il tutto.
  4. Conservate il vostro vasetto di dukkah insieme a tutte le altre spezie, in un luogo asciutto e al riparo dalla luce.

(*) Esistono moltissime varianti di questo mix di spezie: potete usare altra frutta secca invece dei pistacchi e dei pinoli (ad esempio mandorle, noci macadamia, noci pecans, nocciole), aggiungere erbe diverse (come la menta e la maggiorana) o ancora sperimentare con ingredienti imprevisti come la scorza di limone e il peperoncino.

Quando siete pronti con una dukkah che vi soddisfi, potete assemblare l’avocado on toast, aggiungendo una spruzzata di limone all’avocado prima di cospargerlo di dukkah.

Dukka e avocado on toast

Parlando di varianti, dopo aver letto (e in parte provato) millemila ricette, ho raccolto alcune combinazioni alternative alla dukkah per cambiare il modo in cui condire l’avocado toast – quando lo avrete provato, non saprete più farne a meno e vorrete prepararlo almeno una volta a settimana!

  • – uova in camicia o alla coque (un classico!)
  • zaatar and yogurt greco
  • – tahina
  • hummus o anche semplicemente ceci bolliti
  • – feta o formaggio di capra o cream cheese
  • – limone (buccia e scorza) e peperoncino
  • lox e cipolla rossa o rapanelli
  • – menta tritata
  • – pomodoro fresco e mozzarella
  • – rucola e chicchi di melagrana
  • tartare di tonno
  • – pollo grigliato
  • – mango e miele
  • – banana e noci (un po’ impegnativo caloricamente, però…)

A proposito di zaatar, la dukkah – un po’ come il nostro mix di spezie preferito – si presta ad essere utilizzata in tantissime ricette: in Egitto si usa tradizionalmente per accompagnare la pita, che viene “pucciata” prima in olio d’oliva, poi nella dukkah, come una deliziosa bruschetta, ma anche per insaporire le insalate e i piatti di pesce.
Prossimamente cercherò di preparare altre ricette che la includano, così che non vi ritroviate con un vasetto pieno di condimento che non sapete come utilizzare!

Post più commentati

No comments yet.

Lascia un commento!

«

»