Gelato alla halva

Ho inventato questo gelato alla halva quando per Channukkah sono stato in Israele.
Per riassumere velocemente ai curiosi le mie vacanze posso dire di aver mangiato ininterrottamente per 12 giorni e di aver preso 3 kg di pura ciccia mediorientale a forza di sufganyot, labna, hummus, shawarma, baklava, konafa… e halva, naturalmente!

La halva è una specie di barretta zuccherina fatta di pasta di sesamo e miele, arricchita con pistacchi, vaniglia, mandorle e frutta secca: è un dolce molto calorico, ma davvero delizioso.
Dato che la halva mi piace molto, ho pensato di fare un gelato gusto halva, conservandone gli ingredienti di base e quindi il gusto caratteristico: Jasmine ed io abbiamo rispolverato la gelatiera, compagna di tante avventure estive, e ci siamo messi all’opera per portare un po’ di Israele nella nostra grigia città.
Che ne dite? Noi siamo molto soddisfatti di questo gelato dal sapore mediorientale: provatelo e fateci sapere!

Noi abbiamo usato come base la ricetta del gelato alla vaniglia di David Leibovitz, che consigliamo perchè è ottima, aggiustandola poi per ottenere il nostro gusto halva.

Per poco meno di 1 kg di gelato alla halva occorrono

  • 250 ml di latte intero
  • 1 pizzico di sale
  • 100 g di miele d’acacia
  • 100 g di zucchero bianco
  • 1 baccello di vaniglia
  • 100 ml di tahina
  • 5 tuorli d’uovo
  • 500 ml di panna
  • noci pecan, pistacchi, arachidi o altra frutta secca a piacere

Per cominciare scaldate in un pentolino a fuoco basso il latte con lo zucchero, il miele, il sale e i semini della vaniglia, e mettetelo da parte.
In un secondo pentolino unite le uova con la tahina e cominciate ad aggiungervi gradualmente il latte tiepido, mescolando continuamente per non far cuocere le uova.
Scaldate il tutto a fuoco basso e continuate a mescolare con una frusta o con una spatola di silicone, avendo cura di tenere i bordi del pentolino sempre puliti.
Quando il liquido comincia ad addensarsi (la consistenza desiderata è più densa di quella del latte ma meno densa, diciamo, di una crema pasticcera) aggiungete la panna e mescolate il tutto fuori dal fuoco.
Se avete il Bimby potete unire i passaggi indicati cuocendo nel boccale del Bimby tutti gli ingredienti indicati per 8 minuti a temperatura 80° e velocità 4.
Fate raffreddare la crema così ottenuta fuori dal frigo fino a quando non torna a temperatura ambiente, poi trasferitela nella gelatiera e procedete secondo le istruzioni della macchina. Quando la gelatiera entra in funzione potete aggiungere la frutta secca: noi abbiamo messo delle noci pecan caramellate, ma molti altri ingredienti possono andar bene.
Fatto mantecare il gelato per 15/20 minuti nella gelatiera accesa, potete trasferirlo in freezer, dove dovrà restare qualche ora per prendere corpo e addensarsi bene.
Servite il gelato con qualche pezzettino di halva (quelli che vedete nella foto sono ciuffi di halva affettata julienne!) o una cucchiaiata di miele per guarnire.

Post più commentati

5 Commenti per Gelato alla halva

  • Francesca Q.

    Mi volete male, ditelo :-)))))))) STUPENDO!!!!!!!!!!!!

  • Nuts about food

    E bravi Manuel e Jasmine, il gelato alla halva mi mancava!

  • cata

    Che idea meraviglosa!
    Devo provare a farlo.
    Shalom.
    Cata

  • Alessandra

    Un’idea dolce sottilmente perversa (meravigliosa!)

Lascia un commento!

«

»