Irish soda bread

Sono da poco tornata dall’Irlanda, più precisamente da Dublino, dove sono stata per lavorare alla mia tesi di laurea.
Tra le molte prelibatezze che ho mangiato a Dublino, quella che più mi ha entusiasmato è stata l’Irish soda bread, un pane molto semplice e rustico dal sapore inconfondibile.

Così ieri, appena rientrata, mi sono messa a impastare e un’ora dopo ho sfornato la una bella pagnotta, rendendo la mia cena casalinga quasi uno spuntino da pub!

Fare l’Irish soda bread è facilissimo, una volta radunati gli ingredienti:

1/2 kg di farina (bianca, manitoba, integrale, quello che c’è)
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di malto
1/2 l di latticello

Prima di cominciare, ricordo a chi magari non lo sapesse che il latticello la parte di liquido che avanza nella trasformazione della panna in burro: potete ottenerlo facendo il burro in casa, ma si trova facilmente anche nei negozi di prodotti biologici et similia.

Per prima cosa, unite in una ciotola capiente tutti gli ingredienti secchi; aggiungete gradualmente agli ingredienti secchi il latticello, che servirà tenere insieme l’impasto.
Il composto che volete ottenere è denso, elastico e un po’ appiccicoso: non lavoratelo troppo, basta mescolare energicamente un po’ di volte per renderlo uniforme.
Il mio pane era particolarmente elastico perchè ho usato molta farina manitoba, dunque se usate farina bianca o integrale in massima parte sappiate che potrebbe risultare un po’ più secco.
Trasferite l’impasto in uno stampo da plumcake rivestito di carta da forno e mettete la teglia in forno già caldo a 200° (forno a gas, oppure 180° forno ventilato).
Il pane deve cuocere circa 35 minuti; per verificare la cottura, estraetelo rapidamente dallo stampo e “bussate” sul fondo: deve suonare vuoto.
Trasferite l’impasto su una gratella e fatelo raffreddare coperto da un panno, per mantenerlo morbido in superficie.

Questo pane è buonissimo al naturale o con un velo di burro salato; è l’abbinamento perfetto per zuppe, minestre e stufati.

Post più commentati

11 Commenti per Irish soda bread

  • Jamie

    I dream of going to Ireland and spending time in Dublin. After we were married my husband wrote his thesis on the Irish Terrier but sadly we didnt get further than London and the Crofts Dog Show (which was pretty cool). And this is perfect bread! Wow just perfect!

  • Carlotta

    Ma cavoli, sono alla disperata ricerca del latticello ma qui non si trova da nessuna parte… magari durante vacanze di Natale provo a farlo (mi ero persa la tua ricettina!)
    Ormai lo sai, al pane non so resistere… e anche questo ha un aspetto terribilmente buono!!!
    bacio

  • Saretta

    Feci il soda breda all’inizio della mia avventura col blog..era davvero particolare!Però sai una cosa?Il latticello che si ottiene dalla lavorazione della panna è tutt’altra cosa rispetto a quello che trovi in commercio.Il primo è più simile ad un siero, il secondo è una specie di yoguth molto liquido.Credo sia meglio il primo, molto più leggero!
    In ogni caso, il tuo pane è spettacolare!
    Inboccallupo per la tesi!
    Bacione

  • rossociliegia

    Che buono Jasmine!!
    :)
    Ne ho molto sentito parlare, ma non l’ho mai assaggiato! Da provare, senza dubbio…
    Un bacione grande!
    Babi

  • Vero

    Che dire… sei sempre così originale nelle tue ricette. Una finestra sul mondo!
    baci
    Vero

  • Elisa

    Ora mi hai incuriosito sulla tua tesi!
    Sono in un periodo in cui mi ispirano particolarmente i lievitati ma prima di poter preparare questo pane dovrei sconfiggere la pigrizia e andare a vedere al Naturasì se trovo il latticello!

  • Symposion

    ottimo l’irish soda bread!
    lo mangiavo quasi sempre nella mia vacanza in giro per il paese :) che bello!

  • terry

    Io l’adoro…l’avevo fatto in versione brown-integrale
    che voglia di rifarlo!!!

  • Edda

    Devo assolutamente provarlo, mi attira da molto ma è qui con questa mollica speciale che è nata la scintilla ;-)

  • Fabiana

    Buono il soda bread, adoro i quick breads e questo è fantastico.
    Appena posso lo rifaccio con le tue dosi
    grazie.
    In bocca al lupo per la tesi e beata te che te ne vai in Irlanda

  • giulia

    Ha un aspetto meraviglioso, con la crosticina croccante e il dentro bello soffice..
    in bocca al lupo per la tua tesi.. un abbraccio Giulia

Lascia un commento!

«

»