Labna

Ma la labna è formaggio o yogurt? Direi un formaggio fatto di yogurt!

La labna, da cui anche il blog prende il nome, è un formaggio acido che da sempre si mangia a casa mia, per quanto io possa andare indietro con la memoria.
Forse insegnato da mia nonna a mia madre e sicuramente insegnato da mia madre a me, la labna è un piatto tipicamente mediorientale: l’ho trovato in Turchia come in Israele – magari con nomi diversi, ma la pietanza è la stessa.

Labna

A me la labna piace molto, a tal punto che sono capace di mangiarne quasi un kilo in un pasto (anche se forse non è consigliabile che proviate, ci vuole molto allenamento!); il bello della labna infatti è che si può condire con tantissime spezie: menta dolce, erba cipollina, peperoncino, pepe, coriandolo, sesamo, anche se la morte sua è lo zaatar, un mix di spezie che io solitamente compro in Israele.

La ricetta è in se elementare: per farla come facevano una volta serve un canovaccio di cotone a trame strette, in cui lasciare lo yogurt (intero o magro, come preferite) a scolare. Io, per rendermi la vita più facile, a volte non uso il canovaccio ma un filtro da caffè o una garza sterile.
Lo yogurt incomincerà a perdere il suo siero e dopo 6 ore circa dovrebbe averne perso la maggior parte ed essere quindi simile al formaggio. Secondo il proprio giudizio, si può lasciare lo yogurt a scolare fino 8 ore ed ovviamente la consistenza sarà più solida.
In inverno potete lasciare lo yogurt a scolare a temperatura ambiente; d’estate, meglio tenerlo in frigo, per evitare che vada a male.
Una volta pronta, la labna si condisce con abbondante olio rigorosamente extra vergine, sale, spezie a piacere, poi si mescola bene e a lungo affinchè risulti omogenea.

 

Post più commentati

42 Commenti per Labna

  • fedeccino

    Ciao, questa labna la provo di sicuro, adoro questo genere di preparazioni, e mangiando poca carne sono sempre alla ricerca di alternative :)
    Grazie, a presto !

  • Jasmine

    Anche io non mangio carne!
    La labna è una specialità di Manuel ed è buonissima: vale veramente la pena di provarla! E poi vuoi mettere la soddisfazione di farsi il formaggio in casa?! :)

  • cavoliamerenda

    anche le garze di farmacia dovrebbero funzionare, giusto? mi hai messo una voglia di provarla!
    Io adoro lo zaatar, è la cosa più mediterranea che abbia mai mangiato, non essendo ancora stata in Israele e non potendoci andare a breve… dove pensi che io possa trovarlo? (la prima volta me lo avevano regalato)

  • Cinzia

    Appena provata!:))))
    Il prossimo esperimento sarà con l’hummus! ;)

  • safy mintz

    stanotte mi avventuro puriooo!!
    però come si conserva e quanto?
    baci
    s

  • Manuel

    ciao Sara, lo conservi in un tupperware ben chiuso in frigorifero. si conserva tranquillamente una settimana… ma in effetti non ne ho idea visto che a casa mia dopo poche ore è già finita!

  • Safy Mintz

    wowowowo!grazie della risposta manuel!
    che soddisfazione! è BUO NI SSI MO!!
    L’unica cosa è che ho tutte le spezie tranne quella che si trova in Israel :-(
    appena rivado porto MEGA pacco ;-))
    un bacio
    s

  • Buon compleanno Labna: novità e progetti - Labna

    […] amici di Labna, è passato un anno dalla prima volta che su queste pagine è comparsa una ricetta, la nostra prima piccola traccia nel vasto mondo della blogosfera, e a guardare indietro vien […]

  • Roberta

    Che meraviglia, l’ho messo stamattina a scolare in un fazzoletto pulito, non vedo l’ora che sia pronto! L’ho fatto con lo yogurt fatto in casa verra’ di sicuro buonissimo. Per chi non sa dove trovarlo… lo zaatar quando non ho modo di comprarlo direttamente, io lo compro pure su ebay da Israele, lo compro confezionato ed è lo stesso che si trova al supermercato in Israele.

  • Silvia

    Visto che ho avuto il piacere di assaggiarlo… Buono!!!!Molto buono!!!!

  • celeste

    manuel, io ADORO questo formaggino acido e non ho mai pensato di usare i filtri di carta per il caffé americano: sei un genio! io sono di torino, e quando sono pigra oppure voglio subito imbottirmi di formaggio fresco acido, posso sempre agguantare un bel rotolo di tomini freschi: sono molto simili come sapore.
    hai mai provato a cospargere la labna con la salsa verde che si usa sui tomini, con in aggiunta una bella manciata di pistacchi tritati?
    quello che mi scoccia è che qui manca sempre una bella pila di quelle deliziose pitte sottili e grandissime che si fanno nel nord della galilea, per poterci spalmare su una gigantesca palettata di labna. però, se proviamo a trovare una ricettina…
    ah, dimenticavo: bravo, hai messo su proprio un bel blog.
    buona cucina!

  • Manuel

    ciao Celeste, mi fa un immenso piacere trovare una estimatrice della labna, io la adoro in ogni sua forma e mi riprometto di provarla come mi hai detto tu! questo natale andrò in Israele e vedrò di carpire i loro segreti… anche se penso che non sia particolarmente difficile da fare in casa.
    grazie mille per i complimenti sempre molto molto graditi!
    buona cucina a te ;-)

  • celeste

    beato te, non vado in israele da anni ormai, e ho un po’ di nostalgia…bene, attendo fiduciosa il tuo rientro con quella ricettina di pitta.
    a presto!
    =)

  • lacucinadellacapra

    ciao! io lo faccio con lo yogurt di soia, per sostituire i formaggi vaccini, ed è squisito, poi lo arricchisco con erbe e spezie, delizioso!

  • Roberta

    Ciao, piacere di conoscervi, arrivo dal blog di Eleonora, mi chiedevo giusto se era possibile rifare in casa il labna e qui ho trovato la risposta, e tante altre cose interessanti! Grazie, piacere di conoscervi! :)

  • Jasmine

    @Roberta benvenvenuta su Labna :) ora passiamo anche noi a curiosare il tuo blog :)

  • guia

    appena provata! è BUONISSIMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!! grazieeeeeeeeeee

  • Barbara

    Ciao, anch’io arrivo dal blog di Eleonora.. che curiosità questa Labna.. adesso devo proprio provarla, io adoro tutti i formaggi !!!
    Grazie!!!

  • Manuel

    ciao Barbara, se ti piacciono i formaggi rimarrai piacevolmente colpita dalla bontà!
    solitamente o si odia o si ama, e se si ama diventa una droga!
    grazie a te!

  • Barbara

    Manuel, allora appena riesco a farlo ti farò sapere se sarà odio o amore… :-)

  • Lulù

    ciao, sono capitata da poco su questo sito e da subito me ne sono innamorata! adoro la cucina mediorientale, cous cous, tahina, ceci e spezie non mancano mai in casa mia, e da quando sono stata in israele neanche lo zahatar! lo aggiungo ovunque :-) ieri sera ho preparato hamburger di ceci e babaganoush, uno spettacolo! oggi vorrei fare il labna, ho un unico dubbio, è meglio lasciarlo riposare in frigo oppure fuori? quello mangiato in israele non era per niente acido, ed io lo preferisco, forse lasciandolo a scolare in frigo, richiede un tempo un pò più lungo ma diventa meno acido?
    grazie mille!

  • Manuel

    Ciao Lulù, in termini di tempo non fa alcuna differenza farlo in frigo o meno. io la faccio in frigorifero d’estate, quando fa caldo.
    se vuoi una labna meno acida basta usare yogurt meno acido di partenza… la settimana scorsa l’ho fatto con il vipiteno e non era particolarmente acido, ma dipende da produzione a produzione.
    grazie per i complimenti :-)

  • erica

    Ciao vi ho scoperto da poco ma ho già sperimentato molte delle vostre meravigliose ricette, vi segnalo che ( per chi è di Torino) alla drogheria L’indispensario, hanno lo zahatar, l’ho provato sulla mia labna casalinga e l’ho adorato! Li trovate su Fb, Twitter e quant’altro.
    alla prossima ricetta!
    erica

  • letissia

    Per diverse preparazioni scolo lo yogurt allo stesso modo! Ma non sapevo assolutamente si chiamasse labna! Più giro per questo meraviglioso blog più faccio interessanti scoperte :) Complimenti!

  • Deborah

    Ciao!!! Mi avete svelato qualcosa che mi domandavo da 35 anni, o giù di là :D
    Quando ero a scuola una mia compagna a volte portava per merenda un panino con un mix di spezie e l’olio, che io adoravo, tanto che le facevo la posta per farmelo assaggiare ogni volta che potevo. Ecco cos’era… zaatar!!! Lo cercherò senz’altro, sperando di trovarlo in qualche ipermercato.
    In Israele sono stata la bellezza di 29 anni fa e non prevedo di tornarci per ora, ma con la cucina mediorientale vado molto, moltissimo d’accordo e ultimamente mi sto cimentando. Per inciso, mia nonna paterna era egiziana ;-)

  • lacasasullaScogliera

    Son qui con lo strofinaccio in mano e lo yogurt dall’altra parte, ma mi sorge un dubbio: dove lo metto poi lo yogurt? in frigo o lo lascio fuori?
    Elli

  • VittorioC, The Noodlover

    Ho scoperto il vostro blog questa estate e si è subito catapultato sulla lista di quelli che seguo, pubblicata sul mio blog. Complimenti davvero, il sito è bellissimo e le ricette fanno venir voglia solo a guardarle.
    Proverò la ricetta della labna quanto prima, sono molto curioso! :)

  • Chiara

    Grazie infinite per aver condiviso la labna! E’ già diventato uno dei miei cibi preferiti!
    Casomai a qualcuno interessasse, ho comprato lo za’atar in una Bottega del mercato equo e solidale.
    Grazie ancora,
    Peace&love
    Chiara

  • Jasmine

    Ciao Chiara, grazie del feedback e anche del passaparola su chi spaccia lo zaatar ;)

  • Jasmine

    Ciao Vittorio, grazie mille, siamo proprio contenti di averti “conquistato” :) A presto!!

  • Lalla

    Ciao, sono capitata su questo fantastico blog dopo la trasmissione “la prova del cuoco” e davvero complimenti! Il sito è bellissimo… Vorrei provare la labna…. Consiglio: sto lasciando lo yogurt a scolare, ma nel frattempo devo rimestolare lo yogurt, o devo lasciarlo fermo?
    Intanto complimenti! A presto
    Lala

  • Manuel

    Ciao Lalla,
    grazie per i complimenti! :-)
    Lo yogurt lo devi lasciare lì senza alcuna cura. Quando lo riterrai pronto, lo devrai semplicemente mettere nel contenitore dove lo condirai con sale e olio.
    Se la vorrai insaporire ulteriormente, potrai metterci su una delle seguenti spezie: zaatar, menta dolce, peperoncino, pepe, paprika, sesamo… o quello che preferisci.
    Grazie per la visita!

  • Lalla

    Perfetto Manuel, le proposte da te suggerite sono già un ottimo consiglio!
    Continuate così… ;-)
    lalla

  • momo

    Ciao.nn ho ancora provato a farla, ma so ke mi piacera.e’ tanto ke cerco di ricreare questa salsina, ho provato anke a far asciugare lo yogurt in un recipiente di terra cotta in modo ke l acqua venisse assorbita dall argilla, ma nn ero mai riuscita ad ottenere la giusta densita’. Io la mangiavo in india( in quella zona c erano tantissimi israeliani) ma il ristorante ke l aveva era gestito da indiani e nn pensavo fosse un piatto mediorientale.la loro era agliosissima e abbondantemente pepata.ne mangiavo a cucchiaiate.cmq per l acidita, credo dipenda da quanto e: grasso lo yogurt di partenza.piu pannoso = meno acido.quando preparo lo yogurt in casa su un litro di katte aggiungo 200 ml di panna(meglio fresca, ma anche da cucina puo andare). Quello ke ottengo assomiglia tantissimo a quello indiano, ke adoro .se parto da questa base credo ke otterro qualcosa di molto simile alla salsina dei miei sogni
    Grazie per aver risolto questo mistero

  • elsa

    Ciao, sono capitata qui per caso, cercando la ricetta per fare la ricotta e vorrei provare a fare questa “labna” ma vorrei farla il più “magra” possibile….. va bene anche lo yogurt 0,1% di grassi?…. e poi un’altraa domanda: ho fatto la prima cagliata usando il latte intero e l’aceto di mele, ora quel liquido che è rimasto se ho capito bene è il siero, quale tipo di latte devo aggiungere per fare la ricotta? anche qui il meno grasso se è possibile.
    attendo risposta e ringrazio. ah.. dimenticavo molti complimenti

  • Jasmine

    @Elsa Puoi provare con lo yogurt magro Elsa, dovrebbe funzionare lo stesso, anche se penso che il risultato sia meno cremoso e buono. Detto ciò, penso che già partire dallo yogurt per fare un formaggio, che poi praticamente puoi non condire evitando ulteriori grassi, sia già un’opzione abbastanza light! :)

  • Alessandro

    Troppo buono, ma avrei una domanda; io ho molti amici 100% vegani quindi non mangiano prodotti di origine animale, Manuel pensi sia possibile sostituire lo yogourt con yogourt di soya ? grazie

  • Gennaro

    Io lo faccio con lo yogurt di soia, essendo vegano, e devo dire che è veramente versatile poiché si può condire come si vuole.
    Io, di solito, faccio così: metto un pizzico di sale nel vasetto dello yogurt, aggiungo un filo d’olio e un cucchiaio di succo di limone, mescolo a lungo per farlo diventare un composto omogeneo e metto il tutto in un colino coperto da un tovagliolo di carta (o qualsiasi altro filtro), lascio in frigo da 1 a 3 giorni.

  • Maria Antonella

    La labna è buona già così al naturale.
    Lo zahatar ho imparato a mangirlo in Palestina qualche anno fa.
    La nonna che ce lo ha insegnato lo preparava con origano, sesamo tostato leggermente, menta e zenzero.
    Le erbe sono essiccate e macinate
    Più o meno questa dose:
    100 gr di origano
    4 gr di menta
    10 gr di zenzero
    50 gr di sesamo tostato
    +
    100 gr di sesamo tostato NON MACINATO

    L’ho preparato proprio stamattina.

    Mio marito ha voluto aggiungere un pizzico di peperoncino.
    proviamo.
    Ciao ciao

  • tania

    domandella, forse scema ma che mi tormenta.
    che differenza c’è fra la labna e lo yogurt greco? anche lo yogurt greco è semplicemente yogurt lasciato scolare, no?
    forse la labna è più densa x il maggior tempo di scolatura?
    io non l’ho mai mangiata, tra l’altro sono intollerante al lattosio e fino a poco tempo fa lo yogurt era vietato perché stavo male, ma ora, dopo una gravidanza, vedo che va meglio e quindi potrei provare.

  • Jasmine

    @Tania ciao! Io direi che hai ragione su tutti i fronti, nel senso che la differenza fondamentale secondo me sta nel tempo in cui lasci scolare lo yogurt; mi verrebbe però anche da aggiungere che tra la yogurt greco “industriale” e una labna fatta in casa a partire dallo yogurt normale si sente tanta differenza, credo per gli ingredienti in più che si aggiungono allo yogurt greco per conservarlo e simili.
    In generale lo yogurt greco e la labna hanno un più basso contenuto di lattosio rispetto allo yogurt normale, quindi li puoi mangiare con più tranquillità :)

  • Ferdinando

    Carissimi, ho scoperto per caso questo sito dopo la lettura di un libro sulla storia di Israele (che da sempre mi appassiona molto!). Siete bravissimi e le ricette che pubblicate stanno piano piano facendo scoprire a me e a mia moglie un mondo inesplorato.
    Questa sera facciamo la minestra di Esaù e siamo pronti per pitot e falafel domani!
    In amicizia, ferdinando

Lascia un commento!

»