Lasagne vegetariane di pane azzimo

Ci siamo, amici, è arrivata la Pasqua ebraica! Da oggi niente frumento (nè orzo, nè farro, nè segale, nè avena), ma solo tonnellate di pane azzimo in tutte le salse.
A proposito di salse, sapete che il pane azzimo si può condire come la pasta?
Noi ci facciamo, ogni anno, le lasagne di Pesach, che non contengono pasta all’uovo – ovviamente vietata – ma solo sfoglie di matzà!

Lasagne vegetariane di pane azzimo

Gli italiani, piuttosto che rinunciare alla pasta, farebbero qualsiasi cosa: è proprio vero che la necessità aguzza l’ingegno!

Per questa ricetta io ho seguito le indicazioni di un blog israeliano bellissimo, che si chiama Matkonation: le autrici di Matkonation, Danya e Deanna, sono due ottime cuoche e due fotografe straordinarie, dovete passare a vedere il loro blog!

Lasagne vegetariane di pane azzimo
Tipo di portata: Primo
Cucina: Ebraica
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: Una teglia da 22x33 cm
 
Ingredienti
  • 2 porri, affettati finemente
  • 2 spicchietti di aglio
  • 500 g di spinacini freschi, lavati e asciugati
  • 500 g di ricotta fresca (*)
  • 250 g di mozzarella (*)
  • 2 cucchiai di olio
  • sale e pepe q.b.
  • 6/8 fogli di pane azzimo
Procedimento
  1. In una padella capiente scaldate l'olio e fatevi cuocere i porri per qualche minuto, finchè non sono teneri, poi aggiungete l'aglio e gli spinaci e continuate la cottura.
  2. Aggiustate di sale e pepe, poi fate raffreddare le verdure per una decina di minuti; quando le verdure sono fredde, tritatele al coltello e mettetele da parte.
  3. In una ciotola, mescolate la ricotta, metà abbondante della mozzarella tagliata a dadini e gli spinaci tritati; intanto, preriscaldate il forno a 180°.
  4. Procedete dunque ad assemblare la lasagna: bagnate i fogli di pane azzimo con poca acqua bollente, poi disponeteli nella teglia alternandoli a strati del ripieno precedentemente preparato.
  5. Ultimate la lasagna con uno strato di mozzarella tenuta da parte, poi infornatela nel forno già caldo, dove dovrà cuocere per circa mezz'ora.

 

Lasagne vegetariane di pane azzimo

(*) Potete fare anche una versione di questa lasagna totalmente parve, cioè senza formaggio e derivati del latte, semplicemente sostituendo ricotta e mozzarella con la besciamella senza latte che vi avevo spiegato tempo fa.
Inutile dirvi che lo stesso procedimento si può seguire per fare lasagne di carne, se preferite!

Hag sameach (cioè buona festa) a chi celebra Pesach oggi, e auguri in anticipo anche per la Pasqua cristiana a tutti gli amici di Labna!

Post più commentati

27 Commenti per Lasagne vegetariane di pane azzimo

  • Roberta

    Bellissima, quasi quasi faccio un’aggiunta al menu’ di stasera

    Ho fatto per stasera le vostre palline di cocco… sono buonissime! Ma visto che a casa mia siamo proprio ciccioni nell’anima, e un pochettino anche nel corpo ( e visto che stasera c’è pesce e non carne), le ho coperte per meta’ con la cioccolata al latte fusa… una specie di bounty di Pesach. Si lo so… siamo vergognosi ;)

    Grazie per tutte le meravigliose ricette di Pesach

  • passalamoda

    E fare con le matzà come per il pane frattau?

  • Jasmine

    @passalamoda Grazie del consiglio Peppe, è una bellissima idea!

  • passalamoda

    Sì i dolci con le mandorle sono universali. La pasta di mandorle siciliana è molto più ricca e più dolce, e soprattutto è fatta con le mandorle siciliane. Qui nei super si trovano solo mandorle americane. In Sicilia hai assaggiato le infinite variazioni? E il latte di mandorla, si può fare benissimo in casa.

  • lacasasullascogliera

    Meravigliose! Noi che non beviamo latte facciamo una besciamella con latte di soia che è perfetta! Le proverò di certo: assomigliano ad un piatto sardo con il pane carasau non lievitato, le uova e il pomodoro che mi prepara spesso una cara amica.
    Baci
    Elli

  • giulia pignatelli

    davvero una bella ricetta! Sai che non sapevo che fossero banditi i lievitati nel periodo pasquale? Felice giornata!

  • artemisia

    Enjoy Pesach!

  • susy

    Che meraviglia… e quante cose si imparano!
    Grazie Susy

  • Rebecca

    Ma che golosità è mai questa?!!! Mai mi sarebbe venuto in mente di poter fare delle lasagne cosi gustose senza usare la pasta all’uovo. Una ricetta che mi segno questa… :)
    Foto davvero belle. :)

  • Laura

    Ciao!
    Scusa, ma il pane azzimo con che farina è fatto?
    Grazie

  • Jasmine

    @Laura la tua domanda è molto legittima e io sono stata, in effetti, un po’ approssimativa nella mia spiegazione.
    Allora, il divieto di Pesach riguarda il mangiare cibi lievitati; il pane azzimo è fatto di farina normale, ma viene controllato in ogni momento della sua produzione da rabbini specializzati perchè gli sia chimicamente impedito di lievitare: l’intero ciclo di produzione deve avvenire in circa 10 minuti, perchè acqua e farina non inizino a reagire, altrimenti è tutto da buttare via.
    Ovviamente in una casa non si può garantire un controllo di questo tipo, pertanto si evita direttamente di consumare tutte le farine, che a contatto coi liquidi potrebbero dare esito a una lievitazione.
    Grazie per avermi dato occasione di spiegarmi meglio!

  • Laura

    Grazie, ora è chiaro :)

  • Jamie

    Chag Sameach! Gorgeous matzoh lasagna! I was thinking of making something like this this week and now maybe I will have to try your recipe! It looks marvelous!! And I would so much prefer this vegetarian version that the meat version I have made in the past. Happy, joyous holidays, Jasmine! x

  • Simon Says 101

    Stasera proviamo questa magnifica ricetta per cena! Grazie Benedetta :)

  • passalamoda

    Conoscete il libro di Jenny Bassani Liscia, la sorella dello scrittore? E’ vissuta a Firenze e nella ” La storia passa dalla cucina ” racconta dell’infanzia e giovinezza a Ferrara. E in mezzo tante ricette eccovi una parte minima dei suoi ricordi :

    La precedenza era data al haròset una composta di frutta che si mangia insieme a una foglia di lattuga e a un bocconcino di azzima per le benedizioni durante il Séder. Per la preparazione era tradizione adoperare tutti i frutti che era possibile reperire. La nostra bisnonna lo confezionava e lo conservava dall’autunno precedente per poterci unire il succo d’uva

    La cena era più o meno sempre la stessa. Uova sode, riso in brodo con gli spinaci, gli scacchi, il polpettone di petto di tacchino, la lingua salmistrata, carote e testine di spinaci all’aceto, pizzole e frutta secca.

    (E poi riporta tutte le ricette, vi trascrivo questa che mi ricorda le vostre lasagne.)

    “Scacchi per Pésach”

    E’ un primo piatto gustosissimo e laborioso. Veniva molto meglio con le azzime durissime e artigianali di Ferrara. Ora bisogna accontentarsi di quelle industriali francesi che ci somministrano le nostra Comunità.

    Olio//azzime grosse scondite//un cavolfiore//spinaci già puliti 500 gr.//piselli freschi o surgelati 250 gr.//una tazza di ragù//sale, pepe e brodo.

    Ogni verdura va cotta a parte.
    Il cavolfiore, dopo averlo lavato e tagliato a pezzi, va stufato in tegame con oli, aglio, uno o due ramaioli d’acqua sale e pepe.
    Gli spinaci scottati, grondanti dell’ultima acqua di risciacquo, passarli in padella con olio, cipollina fresca, sale e pepe.
    Lo stesso si farà con i piselli.
    Preparati tutti questi ingredienti si comincerà a farne quattro strati. Sul fondo della teglia unta abbondantemente di olio, si stenderanno le azzime asciutte. Via via gli spinaci, le azzime, il cavolfiore, le azzime, i piselli, il ragù, le azzime, il cavolfiore, le azzime, i piselli e per ultimo strato le azzime. Coprire con il brodo, chiudere la teglia con foglio di alluminio o un coperchio adeguato e infornare. Cuocere per un’ora circa a 180 gradi.”

    Il libro è ricchissimo, come la sua vita passata fra Ferrara, Firenze e Livorno. E con i suoi disegni e le foto delle apparecchiature con i piatti che aveva decorato riprendendo tra l’altro l’ Haggadà di Serajevo.

  • Maria Chiara

    Quest’anno con la mia famiglia abbiamo deciso di preparare un pranzo ebraico per la nostra Pasqua cristiana, così ho scoperto questo sito fantastico!
    La lasagna è piaciuta veramente a tutti, grandi e piccini!
    Complimenti e grazie per tutte queste ottime ricette!

  • Raffaela

    Anch’io ero da tempo alla ricerca di un sito come quest. E’ interessantissimo. Non sono riuscita a trovarlo prima della nostra Pasqua cristiana, in occasione della quale volevo preparare un tipico piatto della tradizione ebraica. Sarà per l’anno prossimo. Congratulazioni!

  • Marianna

    Ma queste ricette sono divine! Tenete anche dei corsi sulla cucina ebraica?

  • Miriam Lanza

    Adesso prova a farle, per il pranzo di Pesach/Pasquetta coi miei amici!
    Posso pubblicarla poi sul mio blog, ovviamente citando le fonti?
    Pesach sameach a tutti e due!

  • Miriam Lanza

    Ciao, sono venute buonissime!
    Posso pubblicare la ricetta allora, citandovi ovviamente, prima che Pesach sia un ricordo troppo lontano e che non ci siano più matzot in giro?
    Grazie.

    Buona giornata,

  • Jasmine

    @Miriam certo, ci fa piacere!

  • Sharon

    Ciao ! Ma as voglio farle di pessach con la carne c’e’ modo di fare la besciamella senza latte con la farina di matza? Viene buona? GraZie

  • Jasmine

    @Sharon assolutamente sì, sostituisci la farina con la fecola di patate però, non con la farina di matzà :)

  • Sam

    Ciao ma posso prepararle
    Il giorno prima di cuocerle?
    E posso mettere un cucchiaino di pesto?
    Ciao e grazie.
    Sam

  • Jasmine

    @Samanta assolutamente sì!

  • Cat

    Prima di tutto vi voglio fare un’infinità di complimenti per questo meraviglioso blog! Qui tutto è bellissimo è davvero interessante! L’ho scoperto oggi è sono due ore(sul orologio) che mi spulcio tutte le ricette! Ho una domanda ( ho fatto delle ricerche online ma non ho capito molto…) e spero che potrete rispondermi! Che cos’è esattamente la farina di matzá? Ho capito perché viene usata ma non sono riuscita a capire di che cos’è fatta… Scusate l’ ignoranza ma sono davvero curiosa perchè queste ricette sembrano davvero squisite! Vi ringrazio e complimenti ancora!

  • Jasmine

    Ciao Cat! La farina di matzà non è altro che farina di pane azzimo (quello secco e bruciacchiato), cioè pane azzimo tritato fine fine :)

Lascia un commento!

«

»