Pizzarelle al miele per Pesach
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: circa 30, a seconda della dimensione
 
Ingredienti
  • 6 matzot (cioè 6 fogli di pane azzimo, quello che trovate anche al supermercato)
  • 3 uova
  • 6 cucchiai di zucchero bianco
  • 3 cucchiai di farina di pane azzimo (se occorrono)
  • scorza di arancia o di limone
  • 150 g di uvetta, precedentemente ammollata
  • 100 g di pinoli
  • cacao (facoltativo)
  • olio per friggere
  • miele di acacia
Procedimento
  1. Mettete a bagno le azzime per circa due ore, avendo cura di schiacciarle con un peso altrimenti galleggiano.
  2. Trascorse le due ore indicate, scolatele e strizzatele a fondo per togliere tutta l'acqua, dunque passatele col passaverdura o schiacciatele con uno schiacciapatate per ottenere una purea densa, non fine, con ancora un po' di pezzettini.
  3. Mescolate alla purea di azzime le uova, lo zucchero, la scorza, le uvette e i pinoli e testate la consistenza dell'impasto: a seconda della qualità dell'azzima e della misura delle uova potreste dover aggiungere fino a tre cucchiai di farina di azzime (o azzime tritate, se non avete la farina di azzime) per ottenere un impasto della densità corretta. Dovete ottenere un impasto piuttosto denso, che tenga la forma se ne prelevate una cucchiaiata e immaginate di depositarla nell'olio.
  4. A questo punto potete decidere se fare le pizzarelle classiche o farle al cioccolato: se scegliete quelle al cioccolato, aggiungete un paio di cucchiai di cacao invece della farina di pane azzimo, ma sappiate che le pizzarelle avranno un colore poco invitante una volta fritte.
  5. In una pentola o una padella antiaderente dal bordo alto, scaldate abbondante olio per friggere: potete testare la temperatura mettendo nell'olio una fettina di mela, che oltre a farvi da termometro ridurrà anche l'odore di fritto.
  6. Quando l'olio è caldo e pronto per friggere, depositatevi l'impasto delle pizzarelle, un cucchiaio alla volta. Potete fare delle pizzarelle a forma di quenelle aiutandovi con due cucchiai, o semplicemente fare delle frittelline tonde e più basse: io preferisco le seconde, più piatte, perchè la cottura rimane più uniforme, ma a Roma si trovano anche pizzarelle simili a polpettine dalla forma allungata.
  7. Fate friggere le pizzarelle finchè non sono ben dorate, dunque scolatele su un foglio di scottex.
  8. Mangiate le pizzarelle calde appena fritte, avendo cura di "glassarle" bene col miele prima di servire.
Recipe by Labna at https://www.labna.it/pizzarelle-al-miele-per-pesach.html