Scrabble cookies al limone

Non so come siate messi voi, ma a casa mia la cucina è invasa di gadget: l’aggeggio per fare le verdure a spirale, il pelacarote-temperino, la frusta a forma di maiale e la spatola con la faccia di Elmo dei Sesame Street, gli infiniti stampini per biscotti delle fogge più bizzarre (a chi non servono regolarmente la scarpa col tacco, il pretzel e l’elefante 3D che si assembla in 4 comodi pezzi?)… prima o poi dovrò affrontare la realtà e regalare una parte dei miei numerosi ammennicoli per fare un po’ di spazio!

Scrabble cookies al limone (biscotti con le lettere di Scarabeo)

Quel momento, però, ovviamente non è ancora arrivato! Per ora continuo imperterrita a riempire cassetti di cazzate da cucina (perdonate il francese…).
Gli Scrabble cookies al limone la cui ricetta vi racconto oggi sono il risultato di un raptus di acquisti da cucina irrazionali: come potevo resistere agli stampini da biscotti a forma di lettere di Scrabble/Scarabeo?!  Leggi la ricetta Scrabble cookies al limone  

Ratatouille shakshuka

Tra i piatti più gustosi e insieme più semplici della cucina mediorientale (specialmente libica e tunisina) la shakshuka è uno dei miei cavalli di battaglia per pranzi e cene da sfangare al volo senza deludere gli ospiti: la shashuka si prepara in un attimo con ingredienti che si hanno sempre in dispensa, si può mangiare a qualsiasi ora e sta bene con tutto.

Ratatouille Shakshuka

Esistono decine di varianti della shakshuka: con gli spinaci, con la feta, coi peperoni, con il hallumi… l’unico limite è la fantasia di chi cucina. Questa settimana io ho fatto una shakshuka speciale per gli amici di Pomì, una versione di ispirazione provenzale che chiameremo ratatouille shakshuka: le uova e il sugo sono racchiusi in una corona di pomodori, melanzane e zucchine arrostiti, e il tutto è insaporito con profumate erbe aromatiche.
Leggi la ricetta Ratatouille shakshuka  

Cuscussù ebraico livornese

Il cuscussù è un piatto livornese dalla storia molto interessate, perché entrato a far parte della cultura italiana pur non avendo nulla di originariamente tale.
Come si sa, il couscous in generale è per definizione un cibo tipico del Nordafrica; diffuso in tutti i paesi affacciati sul Mediterraneo, il couscous è sempre stato apprezzato perchè nutriente e versatile.

Cuscussù

In Italia ha conosciuto due versioni regionali, curiosamente entrambe entrate nel lessico sotto il nome di “cuscussù”: una siciliana, in cui la semola si accompagna a una zuppa di pesce, e una toscana, che è quella di cui parliamo oggi.
Leggi la ricetta Cuscussù ebraico livornese