Labna

Amore in cucina

Spezzatino al pomodoro con patate, piselli e carote

Su queste pagine parliamo spesso di cucina ebraica, forse perchè è più interessante per i lettori di quella “solita” italiana, forse perchè a me sembra di avere più cose da raccontare in proposito; in realtà, però, a casa mia si è sempre fatta tanta cucina italiana quanta ebraica: la mia mamma, che ebrea lo è diventata solo poco tempo prima di sposare il mio papà, ha imparato molte ricette ebraiche dalla mia nonna paterna, ma ha anche portato con sè le ricette di casa propria, quelle della tradizione italiana, in particolare piemontese.
Tra queste ricette, una delle mie preferite in assoluto, da bambina, era lo spezzatino al pomodoro con patate, piselli e carote, un piatto semplice e umile, senza spezie strane, niente di “esotico”.

Carne con patate, piselli e carote

Ho scelto di parlarvene (anche in inglese: English speaker? see the English version!) perchè questo mese l’Italian Table Talk, il progetto dedicato alla cucina italiana che condivido con Giulia, Valeria ed Emiko, ha come tema le ricette “di famiglia”, quelle passate di mano in mano, di generazione in generazione.

Quando mi sono comprata il mio primo quadernino delle ricette – rimasto, lo confesso, di poche pagine perchè poco tempo dopo è nato il blog! – uno dei primi piatti la cui ricetta ho chiesto a mia madre è stata proprio quella dello spezzatino al pomodoro con patate, piselli e carote, confidenzialmente noto a casa nostra come “carne con piselli”.
E’ incredibile come alcune ricette passino di madre in figlia per anni, conservate come tesori preziosi, simili a un filo rosso che attraversa il tessuto ininterrotto delle nostre vite, di generazione in generazione. Alcune ricette raccontano, più di mille parole, la storia di una famiglia, poichè ci aiutano a tenere uniti coloro che amiamo e ci permettono di ricordare coloro che nel tempo abbiamo perso, conservandone un ricordo concreto, consolante perchè tangibile come un abbraccio o una carezza. Questa è senz’altro una delle magie del cibo, che a volte sembra avere un percorso preferenziale dalla nostra bocca fino alla nostra anima.

Carne con patate, piselli e carote

La carne con piselli che intendo raccontarvi oggi, piatto di cui sono sempre stata ghiottissima, è per me davvero una ricetta di famiglia: mia madre sa prepararla al volo in pentola a pressione ogni volta che io o mia sorella abbiamo bisogno di un comfort food caldo e nutriente, e il risultato si sente già al primo boccone.
Un po’ come Anton Ego in Ratatouille, che assaporando l’omonimo piatto della sua gioventù viene assalito dai ricordi, tornando bambino, anche io ogni volta che mangio questo piatto faccio un salto nella mia infanzia, quando – soprattutto in inverno – chiedevo sempre alla mamma di poter mangiare per cena “carne coi piselli”.
Pensate che ancora oggi – anche se sono diventata vegetariana – quando mia madre prepara questo piatto me ne faccio fare una versione senza carne, perchè davvero non so come farei senza.

Spezzatino al pomodoro con patate, piselli e carote
Tipo di portata: Secondo
Cucina: Italiana
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 1
 
Ingredienti
  • Carne di vitello o manzo
  • Cipolla
  • Carote
  • Piselli
  • Patate
  • Vino rosso
  • Passata di pomodoro
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
Procedimento
  1. In pentola a pressione, a freddo, mettete abbondante cipolla tritata finemente, 3 cucchiai di olio, carne di vitello o manzo a cubetti, carote e patate tagliate a tocchetti, piselli in abbondanza, mezzo bicchiere di vino rosso, passata rustica di pomodoro.
  2. Aggiugete in pentola acqua fredda bastante a coprire tutti gli ingredienti e un cucchiaino di sale, poi chiudete bene la pentola e trasferitela sul fuoco.
  3. Fate cuocere lo spezzatino per circa mezz’ora dal fischio della pentola a pressione, a fiamma bassa, poi fate raffreddare bene la pentola sotto l’acqua fredda prima di aprirla, sempre con cautela.
  4. Se preferite usare la pentola normale potete procedere nello stesso modo, sapendo che i tempi di cottura si allungheranno: ci vorrà circa un’ora perchè la carne sia tenera.
  5. Per rendere vegetariano questo piatto, omettete la carne o sostituitela con lo spezzatino di soia disidratato.

 

I piatti di famiglia sono più preziosi di ogni altro: per questo, vi raccomando molto di andare a leggere le altre ricette dell’Italian Table Talk di oggi: i bignè di Giulia, la pasta e fagioli di Valeria e il ragù di Emiko.

E voi, quali ricette vorreste tramandare alle prossime generazioni, nella vostra famiglia? Raccontatecelo nei commenti o su Twitter con l’hashtag #ITableTalk.

Carne con patate, piselli e carote

On this blog, I mostly write about Jewish food and recipes: I do it because you, my readers, seem to like it more than Italian food, but also because I often think that it’s also more interesting, generally speaking, for people who probably already know how to cook their spaghetti or knead their bread.
Truth is that in my house, where I live with my family, we obviously have a lot of Italiano food beside the traditional Jewish recipes: my mum, who does all the cooking, only converted to Judaism before getting married to my father, so she obviously carried with here in our household all the Italian recipes that she learned back home, from her mother and grandmother.
Of all these recipes, one of my very favourites as a kid was a hearty beef stew with carrots, potatoes and peas: nothign fancy and exotic like our usual middle Easter food, but rather a humble, nutricious food that would warm up our tummies and souls.
I’m telling you about this recipe today because the chosen theme of our Italian Table Talk for October (as always shared with my friends Giulia, Valeria and Emiko) is “family recipes”, and this stew fits just perfectly in the theme!

Carne con patate, piselli e carote

When I first bought myself a little recipe notebook this was the first recipe I asked my mum to share with me: the notebook didn’t last long, because it turned into this blog, but the recipe is still there, and definitely deserves to be published here now!

I marvel at the way great recipes are passed from generation to generation, treasured like valuable jewels, interwoven in the fabric of our family lives.
Some recipes tell, more than a thousand words, the story of a family, as they help us to gather together our loved ones and allow us to remember those who we have lost over time, preserving a concrete memory, tangible and therefore comforting like a hug or kiss. This is undoubtedly one of the magics of food, which sometimes seems to have a preferential path straight from our mouths to our souls.

The meat stew with veggies that I intend to describe today is really a heart-warming family recipe: my mother knows how to prepare it quickly, on the fly, in a pressure cooker, every time that my sister or I need a warm and nutricious comfort food, and the effect of this recipe star showing right from the first mouthful.
Like Anton Ego in Ratatouille, transported back to his youth while savouring his favourite dish, every time a have a spoonful of this stew I fill like a baby again, back to a time in the past when – especially in winter – I always asked my mum to feed me “my stew” for dinner.
Even today – although I became a vegetarian – when my mother prepares this dish I beg her to prepare a meatless version of the stew for me: I really can’t resist it, and would not know how to do without it.

Spezzatino al pomodoro con patate, piselli e carote
Tipo di portata: Secondo
Cucina: Italiana
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 1
 
Ingredienti
  • Beef or veal cubes
  • Onion
  • Carrots
  • Peas
  • Potatoes
  • Red wine
  • Sieved tomatoes puree
  • Extra virgin olive oil
  • Salt
Procedimento
  1. In a pressure cooker, put finely chopped onions, 3 tbsp of olive oil, some good quality meat (beef or veal) cut into thumb-sized chuncks, carrots and potatoes cut into cubes, lots of peas, half glass of red wine and some sieved tomatoes puree.
  2. Pour in the pot enough water to cover all the ingredients, add a tsp of salt, then close the pot with its lid and move it on the stovetop.
  3. Heat the pot until you start to hear sizzling, then reduce the heat to minimum, and set your timer for 30 minutes.
  4. When the 30 minutes are up, carefully release the pressure from the pot according to the manufacturer’s instructions – mine needs to sit under cold running water for 5 minutes until the lid can be released.
  5. If you don’t have a pressure cooker, feel free to use a normal pot, but consider that the meat will probably take an hour or longer to cook properly.

 

Family recipes are an incredibly valuable treasure: for this reason, I encourage you more than ever to check out all the delish food that my friends have prepared for our Italian Table Talk this month: Giulia’s bignè, Valeria’s pasta e fagioli and Emiko’s ragout.

Carne con patate, piselli e caroteNow on to you: what recipe do you plan on passing down to your kids? Tell us in the comments!
Tell us in the comments under this post or on Twitter with the our hashtag #ITableTalk.

Carne con patate, piselli e carote

Post più commentati

11 Commenti per Spezzatino al pomodoro con patate, piselli e carote

  • Jesse

    I love this. It is so close to the American version which is normally something called “pot roast” because it is in one pot with a cheap cut of meat. You let it cook all day and the smell in the evening when you wake up from a nap that has filled the house is amazing.

  • Rosa

    Anni che mio marito mi parla dello spezzatino che mangiava da piccolo e io mai che mi sia osata competere con quel succulento ricordo (anche perché, lo confesso, con la carne mi sento sempre un po’ a disagio…).
    Ma oggi ho letto questa ricetta, semplice e diretta, col vantaggio della pentola a pressione e sento di essere a una svolta :-)

    Grazie!

  • EmMa

    Anche la mia nonna prepara uno spezzatino del genere. Ci racconti anche la versione vegetariana? Così questo piatto caldo e nutriente posso (ri)mangiarlo anch’io!
    grazie ;-)

  • Leonardo

    Buonissimo!
    In Sardegna si prepara più o meno nello stesso modo, con piselli e patate, ma si omette il sugo e si aggiunge invece zafferano.
    E si usa farlo anche di pecora o di agnello (in alcune zone anche asina).
    Ciao e buona settimana
    Leonardo

  • Jasmine

    @Emma puoi procedere esattamente nello stesso modo sostituendo la carne con lo spezzatino di soia disidratata (una roba tipo questa http://amzn.to/17V64vd che si trova nei negozi bio o online)

  • Juls @ Juls' Kitchen

    la meraviglia! mi piacciono tanto le verdure cotte con la carne, perché assorbono tutto il sapore e si ammorbidiscono tanto. Questa è l’idea perfetta di piatto comfort food in inverno!

  • Emanuele

    Buono lo spezzatino! Un piatto per le sere fredde e che aiuta noi single per qualche giorno(magari il menù non è vario, causa mancanza di tempo, ma almeno genuino!)

    Della mia infanzia ricordo il brasato, i “friciulin” e le pesche ripiene al forno della nonna, mentre della mamma ricordo la panada, il semolino dolce e la torta di pane.
    Grazie per la bella, ma soprattutto, buona ricetta.

  • EmMa

    Lo immaginavo ;-) Grazie!

  • Valeria

    My mum was making a similar stew when I was little, but with only potatoes and meat in a tomato sauce. I used to hate it as a kid – not liking my potatoes all covered in meaty sauce…Oh, how would I enjoy it now! I’m sure this recipe would make up for it!

  • Freespirit

    Anche per me è assolutamente tradizionale questa ricetta, ma ti ringrazio per averla postata.
    Volevo solo chiederti se è possibile trovare le ricette in inglese, raccolte tutte da qualche parte nel blog. Volevo consigliare il blog ad alcune amiche, ma loro non capiscono assolutamente l’italiano…grazie

  • VittorioC, The Noodlover

    Io amo lo spezzatino.. lo faceva sempre mia nonna quando dormivo da lei.. che ricordi!
    Però lo preparava sempre in bianco, non ho ancora provato questa versione. Vi faccio sapere ;)

Lascia un commento!

«

»