Pane a lunga lievitazione con licoli

La ricetta del pane a lunga lievitazione con licoli di cui vi parlo oggi è ormai un classico di casa mia: in effetti, preparo questo pane ogni settimana, precisamente il martedì, quando arriva da noi per pranzo Maya, la figlia del mio compagno.

Pane a lunga lievitazione con licoli

La cosa preoccupante è che la pagnotta mi dura a malapena fino a giovedì pomeriggio, quando Maya torna a casa dalla sua mamma, perchè anche se siamo solo in 3 in casa, tra colazione, pranzo e cena il pane sparisce alla velocità della luce.

Pane a lunga lievitazione con licoli

Se avete una pasta madre o del licoli ben attivi (o se intendete prepararli seguendo le mie indicazioni), questo pane a lunga lievitazione con licoli è facilissimo. La parte più difficile della preparazione sta nell’attesa che il pane riposi pian pianino in frigo per parecchie ore.

Pane a lunga lievitazione con licoli

Pane a lunga lievitazione con licoli
Tipo di portata: Pane
Cucina: Italiana
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 1 pagnotta
 
Ingredienti
  • 300 g di farina 0 forte da 380W (*)
  • 100 g di farina di tipo 1 (*)
  • 85 di licoli (o 100 g di pasta madre solida)
  • 270 g di acqua
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaino di miele o malto
Procedimento
  1. Questo pane si impasta la sera prima del giorno in cui si intende mangiarlo.
  2. Mescolate tutti gli ingredienti nella ciotola dell'impastatrice con il gancio, finchè l'impasto non appare liscio ed elastico.
  3. (*) Mi rendo conto che potreste non avere le farine indicate, ma non preoccupatevi: usate la farina che avete in casa che più si avvicina alla descrizione e basta. Se avete solo farina comune 00, usate quella.
  4. Mettete il pane in una ciotola leggermente unta e fatelo riposare per un'ora, coperto con la pellicola per alimenti, a temperatura ambiente.
  5. Trascorsa un'ora, fate un po' di pieghe a libro, poi lasciate riposare 30 minuti e ripetete le pieghe.
  6. Una volta finite le pieghe, trasferite l'impasto a riposare in frigo, sempre coperto con la pellicola.
  7. Il giorno seguente tirate il pane fuori dal frigo e mettetelo su un piano leggermente infarinato, dunque formate una palla ben liscia e fatela riposare 30 minuti coperta da pellicola.
  8. Trasferite il pane in un cestino da lievitazione (o una ciotola) rivestito con uno strofinaccio ricoperto di semola o farina, per non farlo incollare. Spolverate di semola o farina anche la superficie del pane, e ricoprite con lo strofinaccio e la pellicola.
  9. Lasciate lievitare il pane a temperatura ambiente per un'ora, o fino a quando non appare ben lievitato.
  10. Preriscaldate una pentola di ghisa a 250° per 45 minuti.
  11. Capovolgete il pane ben lievitato su un foglio di carta da forno, poi capovolgetelo di nuovo per avere il lato infarinato che era alla base del cestino rivolto verso l'alto.
  12. Con una lametta o un coltello fate uno o più tagli sulla superficie del pane.
  13. Tirate la pentola fuori dal forno, facendo attenzione a non scottarvi, dunque sollevate l'impasto con la carta forno, appoggiatelo delicatamente nella pentola, e chiudete la pentola col suo coperchio.
  14. Infornate la pentola del pane a 220° per 25 minuti, poi togliete il coperchio e lasciate che il pane finisca di cuocere per circa 20 minuti. Vedrete che il pane sarà pronto quando apparirà ben cotto e dorato sia sopra che sotto.
  15. Fate raffreddare completamente il pane su una gratella prima di affettarlo.

Pane a lunga lievitazione con licoli


Lascia un commento!