Cobbler di pesche

A volte mi prende il senso del tempo che passa. Il senso del tempo che passa è quando tu sei lì, magari sdraiato sul letto a leggere, e pensi “accidenti, ma mentre io sono qui che indugio il tempo corre via, minuto dopo minuto”.
Ho avuto uno di questi momenti venerdì: stavo riposando e ho pensato improvvisamente che l’estate passerà in un soffio, e con essa tutti i frutti deliziosi di questa stagione; così mi sono alzata, sono andata in cucina e ho preparato un dolce con le pesche, forse il mio frutto estivo preferito.

Non so proprio resistere all’imperativo carpe diem che ogni tanto mi attraversa i pensieri! E poi, quando si tratta di preparare un delizioso cobbler di pesche, perchè dovrei resistere?
Il cobbler, per chi non lo sapesse, è un dolce inglese a base di frutta coperto da qualcosa di simile agli scones: se non l’avete mai provato, dovete farlo!

Per una piccola teglia di cobbler, diciamo per 2 persone, occorrono

2 pesche
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai d’acqua
1 o 2 baccelli di cardamomo

90 g di farina 00
25 g di zucchero bianco
1 cucchiaino scarso di lievito per dolci
1 pizzico di sale
25 g di burro freddo
60 ml di latte

Per la copertura del cobbler ho usato praticamente senza modifiche la ricetta di Joy of baking, che è perfetta.

Per prima cosa sbucciate le pesche, tagliatele a pezzetti e fatele cuocere piano piano con l’acqua, lo zucchero e i semini di cardamomo (un baccello ne contiene cinque o sei) finchè non sono morbide.
A parte, preparate la parte superiore del cobbler.
In una ciotola capiente mescolate la farina, lo zucchero, il lievito e i sale, poi unite il burro lavorando l’impasto molto velocemente con le mani, senza scaldarlo: volete dare alla farina una consistenza sabbiosa, senza però lavorarla troppo.
In ultimo aggiungete il latte e lavorate l’impasto quanto basta per farlo stare insieme, sempre con rapidità e senza scaldarlo troppo col calore delle mani.
Versate le pesche sul fondo della teglia o della ciotolina che avete scelto, cercando di ottenere uno strato uniforme, poi disponete dei piccoli cerchi di impasto sottili, diciamo 1/2 cm, sopra alle pesche.
Spennellate la superficie del dolce con un po’ di latte, poi infornate tutto a 180° per circa 20 minuti, ma sorvegliate la teglia di tanto in tanto, per sicurezza, fino a quando il cobbler non è cotto.

A me il cobbler piace caldo, appena sfornato, con una pallina di gelato o un po’ di yogurt: è perfetto per una merenda golosa ma veloce, pronta in mezz’oretta.

Post più commentati

11 Commenti per Cobbler di pesche

  • Nuts about food

    Bello questo cobbler. Io di solito amo di più il crumble ma devo dire che il tuo cobbler invoglia molto!

  • salamander

    …anche a me capita spesso di pensare al tempo che passa…che vola!!
    vabbè dai consoliamoci con questo tuo dolce così fresco ed estivo!

  • Silvia

    Non lo conoscevo il signor cobbler, mai sentito nominare. Bella scoperta!

  • arabafelice

    I cobblers sono tra i miei dolci preferiti, ne ho fatto recentemente uno con le ciliegie che ancora mi sogno.
    Il tuo è bellissimo :-)

  • aldebarina

    bello :-) molto estivo e fresco.
    grazie x la mail, ti scrivo.
    buona giornata

  • Fabio

    Hai nominato due cose che mi fanno impazzire. Le pesche e gli scones. Non oso immaginare cosa ne possa uscire dalla loro unione…

  • Patrizia

    Amo moltissimo i cobblers e il connubio pesche-cardamomo è infallibile! Che delizia!

  • Rossella

    Io sono di quelle che non conosceva i cobbler e che ora, vuoi la foto vuoi la ricette, le vorrebbe fare quanto prima. La facilità ed il tempo veloce di cottura invitano veramente alla prova. Così il tempo dell’estate passa meno in fretta e lo si assapora appieno.

  • Symposion

    come ti capisco, oramai siamo già in piena estate e sembra ieri che stavo programmando le ferie, tempus fugit :)
    ottimo questo cobbler, approfittiamo dei dolci frutti estivi! :P

  • maia

    sai che non l’ho mai fatto. ora devo!!

  • lagaiaceliaca

    è tanto che voglio fare un cobbler, non li ho mai assaggiati ma so già che sono fra i dolci che preferisco.
    il tuo poi è proprio bello…

Lascia un commento!

«

»