Tabouleh di Manuel

Jasmine ed io “litighiamo” sempre per le ricette mediorientali, probabilmente perchè ogni famiglia non solo le fa, ma anche le chiama in un modo diverso, benchè la sostanza sia la stessa.
Io ad esempio pronuncio il nome di questo piatto taboulè con la e accentata, mentre Jasmine insiste col voler mettere l’accento sulla u: io infatti pronuncio alla maniera francese, lei alla maniera araba; non vale nemmeno la pena di aprire il discorso sulle grafie dei nomi arabi, che possono essere trascritti con l’alfabeto fonetico internazionale ma che ogni paese trascrive in modo diverso: nel caso del tabouleh (تبولة‎), le alternative sarebbero tabbouleh, tabouli, tabule…

Comunque lo si chiami, il tabouleh è buonissimo e non può mancare quando si preparano piatti mediorientali come falafel, hoummus, labna ecc.

Come spesso accade indichiamo gli ingredienti approssimativamente, potete andare a occhio:

  • Couscous (la ricetta originale prevede il burgul, ma io lo faccio col couscous di semola)
  • Pomodorini pachino o ciliegini
  • Menta
  • Prezzemolo
  • Olive verdi
  • Olive nere
  • Curcuma
  • Peperoncino
  • Olio
  • Sale

Per prima cosa premettiamo per ragioni “filologiche” che il tabouleh si fa col burgul, cioè con un derivato del frumento: ciononostante, io faccio il tabouleh col couscous, che invece è – a seconda della zona da cui proviene chi lo cucina – un derivato della semola o semolino.
Per ragioni di praticità, il couscous qui inteso è quello che trovate in vendita genericamente sotto il nome di “couscous” al supermercato, che in realtà è già in parte precotto: il couscous vero ve lo spiega Jasmine qui.
Premettiamo anche che il tabouleh autentico si fa solo con burgul, prezzemolo, pomodori e cipolla e menta, ma a noi piace molto di più arricchirlo con altri ingredienti, come leggerete in seguito.

Fate bollire in una pentola col coperchio un bicchiere di acqua per ogni bicchiere di couscous e metteteci curcuma, olio quasi a coprire la superficie dell’acqua, un po’ di sale (meno di quanto ne mettereste per la pasta perchè sarà tutto assorbito dal couscous).
Quando l’acqua bolle, versate nella pentola il couscous, mescolatelo rapidamente con un cucchiaio di legno, coprite di nuovo la pentola col coperchio e spegnete il fuoco; lasciate riposare il couscous per 10 minuti, poi sgranatelo con una forchetta (o con l’apposito setaccio, se ce l’avete) e lasciatelo raffreddare.
Nel frattempo, tagliate i pomodorini e anche le olive in pezzi piccolissimi; se avete tempo di farlo, considerate che la mia mamma consiglia di passare i pomodorini nella centrifuga per l’insalata per far sì che perdano l’acqua.
Tritate finemente al coltello il prezzemolo (tanto, tantissimo prezzemolo), la menta e il peperoncino a piacere, poi metteteli in una ciotola capiente e aggiungete tutto il resto degli ingredienti che avete già preparato prima, vale a dire il couscous, i pomodori e le olive.
Aggiungete un po’ d’olio crudo e mescolate bene il vostro tabouleh.
Potete preparare il tabouleh anche con molte ore di anticipo rispetto all’ora in cui volete servirlo, perchè si conserva bene in frigo, ma ricordatevi di scolare bene i pomodori, che altrimenti bagnano l’insalata.

Post più commentati

20 Commenti per Tabouleh di Manuel

  • Federica

    Grazie per la visita al mio bog.
    Ottima ricetta, adoro il cous cous.
    A presto, buona giornata

  • Saretta

    IO tralascio l’aspetto fonetico e vado dritta al piatto…adoro questa preparazione mediorientale, specie se seguita da Hummus!

  • ely

    Invece della solita insalata di riso ecco un alternativa gustosa
    eli

  • Wennycara

    Interessanti queste informazioni, per me tanto quanto la ricetta.
    Grazie mille, credo che questo piatto entrerà nel programma estivo :)

    wenny

  • Claudia

    Bravissimo!!!!! non importa come lo si pronunci.. perchè l’effetto finale è ciò che importa!! Amo il cous cous e mi piace cucinato così!!! ciaoooo

  • micaela

    che forti che siete… l’importante è che questo piatto sia ottimo!!! devo provarlo! buonissimo!

  • Sylvia

    Ho aggiunto il tuo blog ai miei preferiti… sono una piccola apprendista cuoca (molto apprendista e poco cuoca)! Vivo con il mio ragazzo dacirca 10 giorni e sto imparando ora a destreggiarmi in cucina! Questo blog penso proprio che mi sarà molto ma molto utile!

  • maia

    Ottimo taboule’ !!
    Aspetto la spiegazione precisa del cous cous visto che ho troato un negozio marocchino che lo vende non precotto!!!

    ciao

  • GuyaB

    Senza la menta…buooooonoooo!

  • lagaiaceliaca

    il tabulé era uno dei miei piatti preferiti. la tua versione è molto gustosa.
    sto ancora cercando un’alternativa valida senza glutine

  • Chicca

    col bulgur (mia madre ha voluto cambiare e prendere il bulgur…) stesso procedimento che col couscous, vero?

  • Jasmine

    @Chicca Yess! Ma controlla i tempi sulla confezione ;)

  • ima

    io condisco anche con olio e limone…

  • Barbara M

    Buonissimoooo!!!
    In realtà ho sempre fatto confusione tra tabouleh e cous-cous, ma inizio a dipanare i fili.
    Quindi aspetto con ansia il post di Jasmine!

    E poi il cous-cous è un piatto principe a casa mia (anche integrale, anche di farro ….) e i vostri consigli e le vostre proposte sono sempre interessanti!!

    Barbara M.

  • Jeanne @ CookSister!

    The ingredients sound absolutley perfect for a filling and flavourful summer salad – and I *love* the picture! Might serve this with a BBQ this weekend :)

  • Francesca

    Non so come si pronuncia ma so che mi piace!

  • Lucia

    Questa rubrica dedicata alla cucina ebraica è assolutamente fantastica!!!

  • valeria

    Ciao!
    Ispirandomi un po’ a questa ricetta ho fatto il tabouleh con il grano saraceno :)
    Ne approfitto per dire che leggo spesso il blog, commento poco, ma è sempre bellissimo leggere le vostre ricette!!

    Ciao
    Valeria

  • Marianna

    Posso sostituire la menta fresca con quella secca? Grazie!

Lascia un commento!

«

»