Labna

Amore in cucina

Latkes al formaggio (o pancakes di ricotta)

Come molti amici di Labna sapranno, a partire da ieri sera e per 8 giorni noi ebrei celebreremo Channukkah, anche nota come la festa dei lumi. Non vi ripeto, per non annoiarvi, tutta la storia della festa, che potete trovare nella pagina di Labna dedicata a Channukkah: vado dritta al cibo… so che vi interessa quello!

Latkes di ricotta

Quasi tutti sanno che a Channukkah si usa mangiare cibi fritti, in ricordo del miracolo dell’olio su cui si fonda appunto tutta la festa: piatti tipici sono i latkes e le levivot, rispettivamente le frittelle di patate e di mele, o ancora le sufganyot, cioè i krapfen. Non tutti sanno invece che a Channukkah si usa anche mangiare cibi a base di latte, tra cui i pancakes di ricotta di cui vi parlerò oggi…

Pare che nel Medioevo si usasse consumare cibi a base di latte durante la festa di Channukkah, e specificamente a base di formaggio, per celebrare il coraggio di Giuditta, un’eroina della Bibbia, quella che per intenderci sedusse il malvagio generale invasore assiro Oloferne e lo fece ubriacare per poi tagliargli la testa.
Pare che Giuditta, per mettere KO Oloferne, gli avesse servito un lauto pasto con molto formaggio e vino: di qui, l’idea di servire piatti a base di formaggio, in ricordo dell’eroico gesto di Giuditta.

Come si diceva sopra, di solito a Hannukkah si mangiano – specialmente tra gli ebrei ashkenaziti – i latkes, cioè le frittelle di patate, ma è probabile che queste frittelle non siano altro che una versione meno costosa, adatta alle risorse dei paesi dell’Est Europa nel 1800, delle frittelle di ricotta italiane, che invece hanno continuato ad esistere ininterrottamente nella cucina tradizionale locale, come dimostra il caso della cassola ebraica romana, una torta a base di ricotta e uova di cui prima o poi parleremo su queste pagine.

I nostri “latkes al formaggio” – o più semplicemente pancakes di ricotta – sono dunque un piatto perfetto – e filologicamente corretto! – per celebrare Channukkah stasera e nei prossimi giorni: potete mangiarli come dolce dopo cena o come colazione, in alternativa alle solite ricette tradizionali di questa festa.

Latkes di ricotta

Mi sembra una felice coincidenza quella di riuscire a condividere con voi una ricetta ebraica dal look and feel abbastanza americano – in fondo si tratta di pancakes – proprio oggi, quando si festeggia anche Thanksgiving: abbiamo già parlato della straordinaria coincidenza di Thanksgiving e Channukkah nel 2013 su queste pagine, parlando di Thanksgivukkah, ma mi fa particolarmente piacere ricordarvelo dato che la data esatta è proprio oggi!

La ricetta viene dal mai abbastanza consigliato blog The Shiksa.

 

Pancakes di ricotta
Tipo di portata: Dessert
Cucina: Ebraica
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 15
 
Ingredienti
  • 250 g di ricotta
  • 75 g di farina
  • 3 uova
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 7 g di lievito per dolci
  • burro o olio per ungere la padella
Procedimento
  1. Frullate insieme tutti gli ingredienti per ottenere una crema abbastanza densa, ma liscia e senza grumi.
  2. Ungete una padella con olio o burro e fatela scaldare a fiamma media, poi con l'aiuto di un mestolo versate dei dischi di impasto per formare i pancakes.
  3. Per ottenere dei pancakes di forma perfetta potete usare una padellina monoporzione: ci vuole più tempo a cuocere i pancakes uno per uno, ma alla fine saranno tutti precisamente identici.
  4. Cuocete i pancakes due minuti per lato finchè non sono dorati, appena marroncini; se vi sembra che cuociano troppo in fretta e si colorino solo all'esterno abbassate la fiamma al minimo.
  5. Servite i pancakes ben caldi con miele, sciroppo d'acero o qualsiasi altro condimento vi piaccia.

 

Latkes di ricotta

Post più commentati

6 Commenti per Latkes al formaggio (o pancakes di ricotta)

  • lacasasullascogliera

    Come sempre, sul tuo blog si imparano tradizioni interessantissime e piatti deliziosi [labna docet, ce n’è sempre, nel mio frigo, per colazione]. Mi sa proprio che sabato li preparerò per colazione ed anche domenica, in tempo per festeggiare la prima domenica d’Avvento ed accendere la prima delle 4 candele. Questa sera voglio festeggiare Thanksgiving perché mi sono resa conto che tutti noi abbiamo veramente moltissimi motivi per rendere grazie.
    Baci .
    Elli

  • mariaida benussi

    ciao, ti ho scoperta su “elletavola”, mi piace il tuo blog, le tue foto … insomma tt. Le tradizioni mi incuriosiscono sempre tanto, sono molto legata alle mie … ma anche aperta a nuove proposte !
    ti seguirò con piacere :-) un abbraccio mariaida

  • Giusi

    Ciao! Proprio l’altro ieri leggevo un tweet (According to Mario Batali, the origins of the latke potato pancakes lie in #Sicily where long ago Jewish communities made ricotta pancakes!)di Tasting Sicily e mi chiedevo cosa fossero…e oggi eccoli qui! Da preparare presto.

  • Alessandra

    Ciao!
    eh grazie Elletavola!
    Da oggi sarò una tua nuova fan, adoro cucinare, sperimentare e soprattutto mangiare! ho già stampato alcune ricette e credo che in questi giorni prenderò altri spunti!
    Ps. Io e la mia famiglia è due anni di fila che andiamo a TLV in vacanza e già stiamo organizzando per il prossimo!!!
    A presto Ale

  • Maria

    Ho provato questa ricetta qualche giorno fa (anche se Hanukkah è purtroppo ormai passata…) e devo dire che è ottima, in casa l’hanno apprezzata tutti, compresa mia madre che solitamente detesta il formaggio!
    La cosa che più amo e che rende questo blog di cucina il mio preferito in assoluto sono i riferimenti alle tradizioni culinarie, in particolare quella ebraica. E’ bello pensare al cibo come a qualcosa che ha una sua storia, una sua cultura, una sua arte. Grazie ancora per il lavoro che fate e alla prossima ricetta!

  • Alessio Forconi

    Non sono religioso, nel senso che nella mia vita non c’è una dimensione religiosa, ma ricerco una dimensione spirituale e mi interesso a quella di chi incontro. Vi dico questo perchè voglio farvi sapere che apprezzo molto i riferimenti alla cultura ebraica in relazione alle ricette che presentate, almeno a me aiutano a gustarle di più. E, rispetto a queste ultime, sappiate che ne sto provando diverse e poi le riprovo e le riprovo e le riprovo e le riprovo… :)

Lascia un commento!

«

»