Strudel di formaggio

Stasera, cinquanta giorni dopo Pesach, si celebra la festa di Shavuot, la Pentecoste. Shavuot commemora l’evento più importante nella storia ebraica – la rivelazione di Dio sul Monte Sinai e il dono dei dieci comandamenti.

Strudel di formaggio

Ci sono molte usanze legate alla festa di Shavuot: ad esempio, si resta svegli l’intera notte per studiare la Bibbia. La tradizione che più ci interessa, però, riguarda come sempre il cibo.
In questa festa si usa consumare cibi a base di latte, un alimento che ha senz’altro un significato simbolico: la parola di Dio è per l’uomo come il latte per il bambino, un nutrimento fondamentale.
Così, oggi vi racconto una ricetta classica che si prepara in occasione di questa festa in cui è protagonista il latte: si tratta di uno strudel di formaggio, per la precisione di ricotta, tipico della tradizione ebraica mitteleuropea.

Se la parola “Pentecoste” vi ricorda qualcosa che avete studiato tanti anni fa a catechismo e volete ripassare bene di cosa si tratta, su East vi spiego la relazione tra Shavuot e la Pentecoste come è stata assorbita dalla tradizione cristiana.

Se invece siete solo curiosi di provare lo strudel con il quale stasera io festeggerò Shavuot a casa mia, eccovi la ricetta!

Strudel di formaggio

Strudel di formaggio
Tipo di portata: Dessert
Cucina: Ebraica
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
Porzioni: 10
 
Ingredienti
  • 250 g di ricotta (o 125 g di ricotta + 125 g di cream cheese)
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 pugno di uvetta, precedentemente ammollata in acqua tiepida
  • qualche goccia di estratto di vaniglia
  • cannella (se piace)
  • pasta sfoglia o pasta phyllo
Procedimento
  1. Per prima cosa, preriscaldate il forno a 180°.
  2. Con le fruste elettriche, sbattete l'uovo con lo zucchero per almeno 5 minuti, per ottenere una crema chiara e leggera.
  3. A parte, fate scolare la ricotta per un paio d'ore perchè perda il suo liquido, poi passatela in un setaccio a maglia medio-fine per togliere eventuali grumi.
  4. Mescolate con un cucchiaio di legno la ricotta e l'uovo sbattuto, per ottenere una crema densa ma spumosa. Aggiungete poi, a piacere, l'uvetta, la vaniglia e la cannella, e mescolate ancora.
  5. Preparate la base dello strudel: se usate la sfoglia, ritagliate un rettangolo e disponetelo su un foglio di carta da forno; se usate la phyllo, predisponete i diversi fogli che andranno a comporre la sfoglia spennellando ciascuno di essi con del burro fuso.
  6. Riempite la base dello strudel col ripieno precedentemente preparato e chiudete la sfoglia a formare un rotolo, ben sigillato da ogni parte, poi spennellate il dolce per dargli colore, con dell'uovo sbattuto nel caso della sfoglia o con del burro fuso nel caso della pasta phyllo.
  7. Fate cuocere il dolce per circa 25 minuti nel forno già caldo: dovrà risultare ben dorato a vedersi e sodo al tocco.
  8. Conservate lo strudel in frigo, ma servitelo non troppo freddo, con un ciuffetto di panna montata.

Per una variante più stagionale ed altrettanto tipica del contesto in cui questa ricetta nasce, potete sostituire l’uvetta con le ciliegie o le amarene fresche: in questi giorni al mercato se ne trovano di irresistibili!

Post più commentati

3 Commenti per Strudel di formaggio

  • luisa

    mi stuzzica con la phillo.. da fare!

  • maia

    bellissimo e istruttivo!!

  • Carla

    Provato, sarà uno dei miei dolci preferiti: croccante, cremoso, non troppo dolce

Lascia un commento!

«

»