Biscotti di Pesach delle befane

Questo Pesach abbiamo due ospiti speciali su Labna: sono Camilla – la moglie di Manuel, l’altra metà di questo blog – e la sua socia Leanna. L’altro giorno curiosavo nel loro negozio online di prodotti per bambini, la Bottega delle Befane, e mi sono imbattuta in una ricetta di biscotti che mi sembrava molto invitante e, casualmente, anche perfetta per Pesach, la Pasqua ebraica, perchè naturalmente senza glutine.

Biscotti di Pesach delle befane

Così ho scritto a Camilla e le ho chiesto di preparare insieme a Manuel una seconda infornata di quei biscotti, da me ribattezzati biscotti di Pesach delle befane, che oggi sono felice di condividere con voi.
Leggi la ricetta Biscotti di Pesach delle befane  

Biscotti senza glutine al pistacchio

Questi deliziosi biscotti senza glutine al pistacchio sono i primi dei dolci di Pesach che ho sperimentato di recente in vista della Pasqua ebraica, che inizia questa settimana.
Oggi anno all’arrivo della festa di Pesach è la solita storia: come sopravvivere 8 giorni senza cibi lievitati e senza i cinque cereali (grano, orzo, segale, avena, spelta) vietati durante questa festa?
Chiaramente ci sono tutte le ricette di Pesach che abbiamo preparato in passato da rispolverare, ma io mi annoio a fare sempre le stesse cose, quindi ogni volta mi cimento in qualche pietanza o dolcetto nuovo (uniche eccezioni concesse la torta Bocca di Dama e la torta Minchiachebuona, che sono dei sempreverdi).

Biscotti senza glutine al pistacchio

Dato che l’anno scorso avevo fatto dei biscotti alle mandorle con le gocce di cioccolato che erano stati apprezzatissimi, a questo giro ho ripreso la ricetta base dei biscotti alle mandorle e l’ho cambiata un po’ per far spazio a un ingrediente che mi mette sempre allegria, i pistacchi.  Il risultato è stato un secondo successo, con tutti i biscotti spazzolati in pochi minuti: test di ammissione al menu di Pesach superato a pieni voti!
Leggi la ricetta Biscotti senza glutine al pistacchio  

Panino siciliano alle zucchine + la prima app dedicata al panino italiano

Tra i molti incontri che ho fatto tramite Labna, uno dei più piacevoli è senz’altro stato quello con l’amica Ludovica Amat, che lavora a progetti bellissimi nel settore cucina. Fra le ultime novità di cui si è occupata Ludovica, c’è l’Accademia del Panino Italiano, una fondazione culturale nata per definire l’identità e promuovere l’unicità del panino italiano nel mondo.

Panino siciliano con zucchine e basilico

Il panino italiano, secondo l’Accademia, è espressione unica di maestria, creatività e territorio italiane: testimonia la capacità italiana del saper fare, e bene, qualsiasi prodotto artigianale, nel campo del cibo come in quello della moda e del design, e fa da ambasciatore della straordinaria molteplicità e qualità dei prodotti italiani.
Io sono sempre stata una grande fan dell’argomento panini: molta gente li associa solo alla pausa pranzo triste o all gita fuori porta, ma a me i panini sembrano una sfida interessante, che ci obbliga a raccogliere in pochi e semplici ingredienti un’idea, anzi, un’identità intera in molti casi.
Leggi la ricetta Panino siciliano alle zucchine + la prima app dedicata al panino italiano